Martedì, 22 Maggio 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Istituito il tavolo Ilva della Regione Puglia: 'Inaccettabili i licenziamenti e gli esuberi proposti dall’acquirente'

Fanno parte del tavolo i sindacati, i consiglieri regionali della Puglia, i deputati e senatori,i sindaci di tutti partiti della Provincia di Taranto

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 09/05/2018 da Redazione

Oggi è stato istituito il tavolo Ilva della Regione Puglia del quale fanno parte i sindacati, i consiglieri regionali della Puglia di tutti i partiti, i deputati e senatori nazionali ed europei di tutti i partiti eletti in Regione Puglia, i sindaci di tutti partiti della Provincia di Taranto, la Provincia di Taranto, la Regione Puglia.

“Il tavolo Puglia dell’Ilva – si legge in una nota della Regione Puglia -non nasce per sostituire il tavolo nazionale presieduto dal Governo e non pretende di svolgere le stesse funzioni dei tavoli nazionali che mantengono intatta la loro funzione. Il tavolo nasce per assicurare la presenza più coordinata di tutti i componenti del tavolo Puglia ai tavoli nazionali secondo la competenza di ciascuno e secondo le norme di legge. Il tavolo Ilva Puglia nasce per tutelare innanzitutto la salute dei cittadini assieme ai livelli occupazionali, l’ambiente e la sicurezza del lavoro. Il tavolo nasce per assicurare a ciascuna delle componenti di coordinarsi con le altre al fine di consentire una partecipazione più efficace e consapevole ai tavoli nazionali”.

Ciascun componente del tavolo Puglia ha l’aspettativa di poter illustrare il proprio punto di vista agli altri membri del tavolo nel rispetto assoluto di quello degli altri, per scambiare informazioni e operare valutazioni comuni. Oggi il tavolo ha concordato di non poter accettare le condizioni poste ai lavoratori dall’accordo accettato e sottoscritto dal Ministro della Sviluppo Economico.

“In particolare il tavolo – continua la nota - ritiene inaccettabili i licenziamenti e gli esuberi proposti al Governo dall’acquirente e soprattutto la discontinuità contrattuale per tutti i lavoratori con applicazione del jobs act. E ritiene necessario garantire i livelli occupazionali anche di tutte le aziende dell’indotto che non devono essere sostituite dalle aziende satelliti della Arcelor Mittal”.

Il tavolo verrà riconvocato dal Presidente della Regione in prossimità di ogni convocazione dei tavoli nazionali e ogni volta che ciascun componente ne faccia richiesta, di regola presso la Prefettura di Taranto.



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet