Mercoledì, 18 Ottobre 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Xylella, la Regione Puglia stanza 5 milioni di euro per agevolazioni alle imprese colpite dal batterio

Il governatore Emiliano: 'Lo strumento offre un periodo massimo di allungamento del mutuo pari al 100 per cento della durata residua del piano di ammortamento'

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 08/08/2017 da Redazione

Stanziati 5 milioni di euro per l’istituzione di un fondo di rotazione che agevoli le imprese colpite dalla Xylella fastidiosa e consenta un allungamento della durata dei mutui accesi.

È quanto deliberato dalla Giunta della Regione Puglia, che ha deciso di impiegare parte delle risorse previste dal Patto della Puglia, siglato a settembre dello scorso anno tra Governo nazionale e regionale, con il quale sono stati assegnati complessivamente 2,07 miliardi di euro, a valere sul Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC), per interventi strutturali finalizzati alla crescita e miglioramento della Puglia.

 

“Si tratta di uno degli interventi previsti dal Patto – sottolinea il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano -, ovvero quello dedicato allo ‘Sviluppo e competitività delle imprese e dei sistemi produttivi’ per il quale è prevista una dotazione complessiva, rimodulata dall’ultima delibera di giunta dello scorso giugno, pari a euro 191 milioni e 897 mila”.

 

“Il Fondo di rotazione – spiega Emiliano - offre a coloro che ne fanno richiesta un periodo massimo di allungamento del mutuo pari al 100 per cento della durata residua del piano di ammortamento e non superiore ai 4 anni. I 5 milioni di euro confluiranno nel capitolo di bilancio istituito ad hoc nell’ultimo consiglio regionale, costituendo così l’ennesima azione a supporto del comparto imprenditoriale delle zone distrutte dalla fitopatogeno. Quest’ultimo provvedimento ci consentirà di lavorare in combinato disposto con la norma inserita nell’ultima legge di assestamento e variazione di bilancio per l’esercizio finanziario 2017 e pluriennale 2017–2019 della Regione Puglia. Una norma che ci ha permesso, di fatto, di istituire un fondo di 100 mila euro per andare incontro alle aziende danneggiate dalla Xylella, attraverso contributi che allunghino la durata dei piani di ammortamento e riducano gli interessi passivi nell’arco di tre esercizi finanziari”.

 

“Si ricorda, inoltre – tiene a precisare l’assessore regionale alle Risorse agroalimentari, Leonardo di Gioia -, che è in fase di conclusione la pratica per l’assegnazione delle risorse previste dalla Decreto di declaratoria del carattere di eccezionalità per i danni causati dalla Xylella fastidiosa in Puglia. Dopo la pausa ferragostana inizierà, difatti, l’istruttoria delle domande pervenute ai Comuni competenti per accedere ai contributi previsti dal Decreto. Sono, quindi, disponibili ancora pochi giorni perché le Amministrazioni comunali concludano finalmente la fase di inserimento dei dati dei fascicoli aziendali su portale regionale dedicato, in mancanza della quale non si potranno assegnare i contributi previsti. Nel caso le cose procedano cosi come previsto si dovrebbero pagare i beneficiari entro i primi di settembre. Saranno risarciti - ribadisce di Gioia -, come previsto dal Fondo di Solidarietà nazionale, quei proprietari che avranno dimostrato una perdita non inferiore al 30% della Produzione Lorda Vendibile. Si ricorda, infine, che un'ulteriore richiesta di estensione dello stato di calamità per gli anni successivi al 2015 è stata già approvata dalla Giunta regionale e trasmessa al Governo nazionale”.



loading...