Sabato, 18 Novembre 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

PNI 2017, il futuro si connette a Napoli: 'Fare sistema e ragionare da scaleup'

Sessantasei progetti imprenditoriali provenienti da tutta Italia si disputeranno 4 premi settoriali di 25mila euro ciascuno

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 07/11/2017 da Redazione

Le startup italiane non crescono? Ci pensa la principale business plan competition d'Italia a mettere in rete ricerca, impresa e finanza. Si tratta del PNI – Premio Nazionale per l’Innovazione, la finale a cui possono accedere i vincitori delle 16 Start Cup regionali assegnate dagli Atenei che aderiscono all'Associazione Italiana degli Incubatori Universitari - PNICube. Una sfida tra i migliori progetti d’impresa hi-tech italiani nati in ambito universitario, con un montepremi complessivo di circa 1,6 milioni di euro. Un mondo, quello accademico e della ricerca, in grado di dare vita ad oltre il 20% delle startup innovative del Sistema Italia.


Il 30 novembre e il 1° dicembre, dopo dieci anni, il PNI torna a Napoli grazie all’Università Federico II, in collaborazione con COINOR e l’Incubatore Campania NewSteel, con il titolo “Connecting to the Future”. Qui 66 progetti imprenditoriali provenienti da tutta Italia si disputeranno 4 premi settoriali di 25mila euro ciascuno: Cleantech&Energy promosso da IREN, ICT offerto da PwC, Industrial sponsorizzato da FS Italiane, Life Science sostenuto da Clinic Center.


“La 15ma edizione del Premio giunge a Napoli portando in dote ben 66 progetti di impresa selezionati attraverso il round delle Start Cup Regionali. Ancora una volta il sistema delle Università italiane – ha dichiarato il Presidente di PNICube Giovanni Perrone – dimostra il suo impegno concreto per lo sviluppo del Paese, attraverso progetti d’impresa che evidenziano la qualità, la creatività e la propensione imprenditoriale degli ecosistemi universitari dell’innovazione.”


Al termine della due giorni, che avrà l'obiettivo primario di stimolare il dialogo fra i principali stakeholder del mondo dell'innovazione e dell'impresa, sarà decretato - oltre alle quattro migliori idee imprenditoriali per categoria - ilvincitore assoluto del PNI 2017, che garantirà all’istituzione accademica di provenienza la Coppa Campioni PNI e al progetto scelto un ulteriore riconoscimento di 25mila euro da reinvestire nelle proprie attività hi-tech, messo in palio da FS Italiane.  Si assegneranno inoltre due Menzioni speciali - “Social Innovation” promossa da Global Social Venture Competition e “Pari Opportunità” istituita dal MIP Politecnico di Milano - e diversi Premi Speciali messi a disposizione da Ambasciate e da prestigiose aziende partner.


“La scelta di ospitare a Napoli, presso la Federico II, il Premio Nazionale per l’Innovazione è la testimonianza di quanto si voglia investire su economia della conoscenza e valorizzazione dei giovani talenti – ha ricordato ilProrettore Arturo De Vivo – L’Università è impegnata nella promozione delle migliori startup innovative, perché nella capacità di leggere e di indirizzare il cambiamento si gioca lo sviluppo del Paese”. "Ospitare il PNI nel nuovo complesso universitario di San Giovanni a Teduccio, dove prima operava la fabbrica Cirio – ha rimarcato Mario Raffa, referente nazionale PNI 2017 –  è la maniera migliore per sottolineare il legame tra la tradizione industriale di Napoli e della Campania e la nuova industria che si sta affermando".

 



loading...