Giovedì, 13 Dicembre 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Ilva, Michele Emiliano: 'Via il ricorso solo se avremo garanzie sulla salute dei cittadini. Pronto a dialogare con Gentiloni'

Il governatore propone l'ingresso di una società della regione nel capitale dell'Ilva: 'Vogliamo che l'azienda si trasformi da castello incantato a castello di vetro'

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 05/01/2018 da Giuseppe Bellino

“Se nella bozza dell’accordo di programma troveremo un’apertura sul processo di decarbonizzazione e sulla legge regionale sulla previsione del danno sanitario, la trattativa con il governo sarà ad un buon punto”. Parola di Michele Emiliano, che questa mattina è tornato a parlare sulla questione Ilva. Il governatore pugliese ha spiegato che lo schema di protocollo d’intesa pervenuto dal governo agli uffici regionali e del comune di Taranto rappresenta “un piccolo passo in avanti” per risolvere la questione sul siderurgico.

“Il modello previsionale della legge regionale sulla previsione del danno sanitario va tenuto in considerazione – ha spiegato il presidente – perché la legge nazionale è nata dopo quella pugliese ed ha cercato di indebolirla. Inoltre chiediamo la possibilità di dimostrare che la decarbonizzazione non ha un costo più elevato rispetto all'utilizzo del carbone, quindi si parte con il processo almeno sui due gruppi da ristrutturare. Stiamo chiedendo al governo di rispettare le leggi e la Costituzione oltre alla salute dei cittadini. Se non avremo queste garanzie il ricorso sarà ormai ritirato”.

Il governatore ha chiesto che la trattativa prosegua con un faccia a faccia con il premier: “La questione deve essere affrontata con Paolo Gentiloni che peraltro è l’autore dell’atto impugnato. È arrivato il momento che il ministro Calenda, che è una figura tecnica, si faccia da parte”.

Emiliano ha infine annunciato che proporrà all’acquirente l’ingresso di una società della Regione Puglia nel capitale della nuova Ilva: “Una soluzione potrebbe essere l’ingresso dell’Acquedotto Pugliese – ha spiegato il governatore –, che si occupa della fornitura e depurazione dell’acqua all’industria, con una quota simbolica. Credo che l’azienda, con un gesto intelligente, possa concedere alla regione un consigliere di amministrazione che possa conoscere tutte le questioni più importanti del siderurgico. Vogliamo che Ilva si trasformi da castello incantato a castello di vetro”. 



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet