Mercoledì, 13 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Carta di identità elettronica, il ministero dell'Interno sollecita i comuni: 'Accelerare i tempi'

Dalla fine del mese di aprile tutte le città che non dispongono di postazioni attrezzate saranno abilitate all’emissione

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 04/04/2017 da Redazione

Il Ministero dell’Interno sollecita i prefetti italiani ad accelerare i tempi sulle operazioni di diffusione della nuova Carta di identità elettronica. Sono circa 340mila le tessere attivate da luglio 2016, tuttavia ancora molti comuni non dispongono delle attrezzature adatte. Per questo motivo dalla fine del mese di aprile tutti i comuni mancanti saranno abilitati all’emissione della nuova carta di identità. Sono 35 le città pugliesi interessate dalla circolare del Viminale: tra queste figurano Andria, Bitonto, Canosa di Puglia, Francavilla Fontana e Nardò. Il comune di Bari è invece tra gli esempi più virtuosi in Italia poiché dispone di 11 postazioni di rilascio del documento.