Mercoledì, 17 Gennaio 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Ilva, Michele Emiliano: 'Piccolo passo in avanti, attendiamo l'incontro con il permier Gentiloni'

Il governatore pugliese commenta l'invio dello schema di protocollo d'intesa: ' Auspico inoltre che l'accordo di programma venga sottoscritto anche dalle parti sociali e dall'azienda acquirente'

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 04/01/2018 da Redazione

"Stiamo facendo qualche piccolo passo avanti. La disponibilità offerta dal presidente del Consiglio Gentiloni ad accogliere le istanze del Comune di Taranto e della Regione Puglia in un atto giuridicamente rilevante integrativo del DPCM impugnato dinanzi al Tar di Lecce è senza dubbio un fatto positivo”. Così Michele Emiliano commenta gli sviluppi della questione Ilva e l’invio da parte del governo di uno schema di protocollo d’intesa per accelerare gli interventi ambientali nella città di Taranto.

“Concordo con il sindaco di Taranto – continua il governatore pugliese - che lo strumento giuridico più adatto alla definizione di questo storico accordo non possa che essere quello dell'accordo di programma. Attendiamo dunque il già richiesto incontro con il presidente del Consiglio per definire le rispettive volontà politiche del Governo, della Regione Puglia e del Comune di Taranto in modo che gli uffici di ciascuna delle parti dell'accordo di programma possano procedere alla stesura dello stesso. Data l'urgenza della vicenda mi auguro che la convocazione da parte del presidente Gentiloni avvenga il più presto possibile. Auspico inoltre che l'accordo di programma venga condiviso e sottoscritto anche dalle parti sociali e dall'azienda acquirente dell'Ilva".

Intanto gli avvocati officiati nei ricorsi della Regione Puglia e del Comune di Taranto hanno effettuato una prima disamina della bozza del protocollo di intesa trasmessa dal Governo.

Gli avvocati hanno rappresentato la necessità di redigere un documento unitario che contenga tutte le richieste degli enti territoriali ritenute indispensabili per addivenire all'accordo con il Governo e la società aggiudicataria.

Domattina si terrà anche una riunione tra i tecnici delle Regione e del Comune per l'esame congiunto degli aspetti di competenza in relazione ai contenuti ambientali.

Una volta predisposto il documento finale, il Sindaco di Taranto e il Presidente della Regione chiederanno il necessario confronto per verificare l'effettiva volontà del Governo di risolvere la questione.



loading...