Venerdì, 15 Dicembre 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Crispiano, un pranzo di solidarietà per aiutare gli ospiti di un orfanotrofio in Congo

'Mani unite per il Congo' è il nome dell'iniziativa ideata dalla chef Antonella Scatigna

Pubblicato in Sviluppo e Lavoro il 02/12/2017 da Redazione
La chef Antonella Scatigna durante una visita all'orfanotrofio in Congo

Si rinnova anche quest’anno il sostegno all’orfanotrofio “Alama Ya Kitumaini” a Katama, nella Repubblica Democratica del Congo, con il Pranzo di Solidarietà “Mani Unite per il Congo”. Obiettivo da centrare per questa ottava edizione sarà la ristrutturazione della struttura e l’acquisto dei lettini per i piccoli ospiti del centro.
L’iniziativa, in programma domenica 10 dicembre al Ristorante “Villa Maria” di Crispiano (via per Martina Franca, 5), a partire dalle ore 13, è organizzata dalla chef Antonella Scatigna, patron della “Taverna del Duca” di Locorotondo e socia de La Puglia è Servita, il consorzio di professionisti pugliesi dell’ospitalità e della ristorazione che si ispirano ai principi di etica ed etnicità lungo tutta la filiera. 

Antonella è la principale sostenitrice del progetto di raccolta fondi in Italia e all’estero dal 2010. Da sempre al suo fianco, a sostegno del suo costante impegno, il mondo della ristorazione. Negli anni sono stati tanti, infatti, gli “amici” chef che si sono avvicendati ai fornelli . Nell'edizione 2017, ad affiancare Antonella ci saranno gli chef Erika Conserva, Pasquale Fatalino, Domenico Maggi, Gianfranco Palmisano, Chiara De Nicola e Daniele Convertino, che offriranno il proprio contributo gratuitamente a sostegno di questo progetto solidale. Partner dell’iniziativa anche la Fondazione Nikolaos di Bari, L’Associazione “Le Donne del Vino” - Delegazione Puglia, Slow Food Gioia del Colle Terre del Primitivo e Noi per Sognare.

“In questi otto anni - dichiara Antonella - la raccolta fondi ha assunto una valenza internazionale ed ha permesso di istituire una vera e propria associazione, raggiungendo importanti risultati per i bambini ospiti dell’orfanotrofio, come la costruzione di un’aula magna, la realizzazione della cucina e di una porzione del muro di cinta, l’acquisto dei banchi e degli arredi per la scuola solo per citarne alcuni. C’è ancora molto da fare, ma lavorando insieme ai tanti volontari e amici che hanno sposato la causa riusciremo nel nostro intento”.

 

Gli chef presenteranno un menù unico, dove le materie prime “made in Puglia” saranno indiscusse protagoniste di un imperdibile percorso sensoriale. Sei le portate previste. Si parte con due entrées: Capocollo di Martina Franca, spicchi di carciofi con canestrato, burratina su pesto di borragine e mandorle, tortino di quinta con verdurine e pollo laccato; Millefoglie di pane e baccalà con spinaci saltati, pomodorino candito, cialda al basilico e maionese agli agrumi. Primi piatti: Cavatelli integrali con funghi, peperoni cruschi e tarallo; Mezze maniche al farro con ragù bianco di cinghiale. Comesecondo piatto, guanciale di maiale con cremoso di patate. Per concludere, cheesecake al lime con biscotto alla menta e caramello al frutto della passione.

 

È possibile prenotare entro il 5 dicembre ai recapiti 080.4313007 e 388 9408339. L’intero ricavato sarà consegnato all’orfanotrofio personalmente da Antonella Scatigna, nel corso del suo prossimo viaggio in Congo. 



loading...