Martedì, 21 Novembre 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Fc Bari, parla Sogliano: 'Vogliamo essere la mina vagante di questo campionato. Grosso? Farà strada'

Il ds biancorosso carica l'ambiente: 'Gli obiettivi si costruiscono partita dopo partita, dobbiamo essere uniti e incitare i ragazzi creando entusiasmo'

Pubblicato in Sport il 31/10/2017 da Giuseppe Bellino

Sean Sogliano torna a parlare dopo due mesi. Il direttore sportivo biancorosso ha voluto incontrare i giornalisti per fare il punto della situazione dopo la vittoria ottenuta dai galletti contro l’Ascoli. “Non siamo una società che parla molto – esordisce Sogliano -, così ogni tanto è giusto intervenire. Sabato affronteremo una partita molto difficile contro una squadra che ha i nostri stessi punti – prosegue il ds -. Vogliamo cercare di ottenere il risultato a prescindere dal gemellaggio delle tifoserie. Credo che in campo questi discorsi non siano mai esistiti.
La Serie B è un campionato diverso da tutti gli altri, se giochi in Serie A o in Lega Pro gli obiettivi delle squadre sono più o meno delineati. In questo campionato invece tutte le squadre possono retrocedere o arrivare al primo posto. Abbiamo deciso di intraprendere un percorso con un allenatore giovane. Gli obiettivi si costruiscono partita dopo partita, dobbiamo essere uniti con l’ambiente e incitare i ragazzi creando entusiasmo. Se capita una sconfitta non bisogna piangersi addosso, così come non bisogna gioire per una singola vittoria. Dobbiamo affrontare ogni partita come se fosse una finale”.

Lo scarso rendimento in trasferta rappresenta il tallone d’Achille di questo Bari: “ È difficile dare una risposta a questo problema. Siamo una squadra che gioca a calcio e fa la partita sia in casa che fuori. Qualche risultato in trasferta ci è sfumato per un niente, alcune volte per colpa nostra ed altre volte per altri fattori”.

Il reparto più in difficoltà in questo inizio di stagione è sicuramente quello difensivo: “È ancora presto per pensare al mercato – continua Sogliano -, abbiamo anticipato l’operazione di Diakitè  per far sì che il giocatore recuperi la migliore condizione fisica. Credo che la squadra si possa migliorare, noi siamo molto bravi a fare gol ma meno a difendere. Micai? Viene da una grande stagione, quest’anno sta convivendo con un problema fisico. Ha fatto qualche errore come tutti, ma uno sbaglio del portiere si nota di più. Se avrà i giusto atteggiamento il suo rendimento si alzerà esponenzialmente. Busellato e Improta? Hanno lo spirito giusto, sono due giocatori che non mollano mai e che lottano su ogni palla”.

Sogliano si è espresso anche su Fabio Grosso, tecnico scelto in estate insieme al presidente Giancaspro, che sta cercando di dare un’identità al Bari: “Sa cosa penso, spesso parliamo perché è un allenatore che secondo me farà molto bene nella sua carriera. Lui ha un contratto biennale, ha i piedi per terra ed è una persona intelligente. Sa che ha una grande possibilità qui a Bari e si impegna tutti i giorni per dare un gioco a questa squadra. Parla poco con i giornalisti? Lui quando parla di calcio è quasi logorroico – spiega il ds -, durante gli allenamenti comunica con tutti i giocatori dall’inizio alla fine. Ovviamente non è facile andare in conferenza ogni settimana, ognuno ha il proprio stile. Molti allenatori sembrano degli attori quando si presentano davanti ai microfoni, ma a me non piacciono”.

Infine Sogliano ha analizzato la situazione del campionato di Serie B: “Ho sempre detto che ci sono 6-7 squadre più forti del Bari – conclude -, la penso ancora così. Sono contento di aver scelto questo allenatore e questi ragazzi, sappiamo che abbiamo una squadra competitiva che deve impegnarsi molto per vincere una partita. Cerchiamo di essere una sorpresa e una mina vagante per questo campionato". 



loading...