Mercoledì, 22 Novembre 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari-Pescara 1-0, Brienza regala i tre punti ai biancorossi

Una punizione del numero 10 deviata dalla barriera decide il match. Galletti che volano al quarto posto in classifica

Pubblicato in Sport il 12/11/2017 da Giuseppe Bellino
Fonte foto: Fc Bari 1908

Il Bari batte il Pescara e vola al quarto posto in classifica. Ai biancorossi basta una punizione di Brienza ad un quarto d’ora dalla fine per conquistare i tre punti contro un avversario attento e pericoloso soprattutto nei primi minuti del match. Gli uomini di Grosso hanno dominato la parte finale del primo tempo e tutta la ripresa creando numerose occasioni da gol. Tra i migliori in campo Djavan Anderson, il difensore olandese che ha esordito contro la Salernitana, autore di una grande partita sia in fase offensiva che in difesa.

 

La partita

Grosso deve fare i conti con una infermeria stracolma: non saranno della partita Marrone, D’Elia, Capradossi, Morleo e Basha. Il tecnico ex Juventus primavera sceglie il 4-3-3 con Micai tra i pali,in difesa spazio ad Anderson, Gyomber, Tonucci e Fiammozzi  A centrocampo scelte obbligate con Petriccione, Tello e Busellato mentre in attacco tridente composto da Galano, Cissè e Improta.

Zeman perde Bovo e Balzano ed è costretto a reinventare la coppia centrale di difesa. In avanti confermati Del Sole e Pettinari, Mancuso completa il tridente offensivo.

Ritmo basso e poche occasioni nella prima parte del match, gli ospiti appaiono più pericolosi con due tiri dalla distanza che non inquadrano la porta. Il Bari non riesce a pungere la difesa abruzzese, Petriccione e Tello rallentano la manovra e non riescono a servire Improta e Galano sulle fasce. Alla mezz’ora sale in cattedra Cissè che crea la prima occasione per i biancorossi con un colpo di testa che non crea problemi al portiere avversario. Quattro minuti dopo è ancora l’attaccante guineano a spaventare la difesa biancazzurra con una conclusione ravvicinata che finisce di poco fuori. Nel finale di tempo il numero 18 ci prova con un’azione personale saltando tre difensori, la conclusione viene deviata in angolo da un ottimo intervento di Fiorillo. Allo scadere i galletti sfiorano il vantaggio con una punizione di Galano che finisce di poco alta sulla traversa.

Nel secondo tempo i biancorossi entrano in campo più convinti e alzano subito il ritmo sfiorando il vantaggio con Galano che si invola verso la porta ma si fa ipnotizzare da Fiorillo, con la palla deviata in angolo dal portiere ospite. I galletti chiudono gli abruzzesi nella propria metà campo ma non trovano spazi per sorprendere la difesa. Al 60esimo Grosso manda in campo Brienza al posto di Busellato per dare più fantasia al suo 4-3-3, Zeman risponde togliendo Del Sole per Cappelluzzo. Il Bari continua a spingere, Petriccione ci prova da fuori ma il suo tiro viene deviato in angolo da Fiorillo, quattro minuti dopo Cissè serve Improta liberissimo in area, il passaggio è troppo lungo e il pallone finisce sul fondo. Gli sforzi dei biancorossi vengono premiati al 76esimo: punizione dai trenta metri, la conclusione di Brienza viene toccata dalla barriera e finisce alle spalle di Fiorillo. Il numero 10, non al meglio della condizione, porta in vantaggio i suoi ad un quarto d’ora dal termine del match. Gli abruzzesi provano a tornare in partita e si affidano ai lanci lunghi alla ricerca di Pettinari, i biancorossi però non si abbassano e cercano di ripartire per chiudere la partita. Fischio finale dopo sei minuti di recupero assegnati dal signor Piccininni. 

 

Bari (4-3-3): Micai; Anderson; Gyomber, Tonucci, Fiammozzi; Petriccione, Tello, Busellato (60’ Brienza); Galano, Cissè, Improta (80’ Floro Flores). All. Fabio Grosso

Pescara (4-3-3): Fiorillo; Zampano (71’ Crescenzi), Perrotta, Fornasier, Mazzotta; Carraro, Brugman, Palazzi (71’ Valzania); Mancuso, Pettinari, Del Sole (62’ Cappelluzzo). All. Zdenek Zeman

 

MARCATORI: Brienza (B)

AMMONIZIONI: Fiammozzi (B); Carraro (P); Valzania (P); Mazzotta (P), Fornasier (P);

ARBITRO: Sig. Marco Piccininni di Forlì

 



loading...