Mercoledì, 20 Giugno 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari-Palermo, Grosso: 'Partita difficile ma abbiamo voglia di riscatto'

Il tecnico biancorosso ricorda la sua esperienza in Sicilia: 'Ho un ricordo stupendo della città, mi ha lasciato dentro qualcosa di bello'

Pubblicato in Sport il 09/12/2017 da Giuseppe Bellino
Fonte foto: Fc Bari 1908

Si giocherà al San Nicola il big match della diciottesima giornata di Serie B. Il Bari di Fabio Grosso sfida il Palermo, squadra retrocessa dalla Serie A lo scorso anno e una delle candidate per la vittoria del campionato. I biancorossi, sconfitti nell’ultimo match esterno contro l’Entella, dovranno riprendere a fare punti. Le due squadre detengono due piccoli record: i galletti hanno realizzato più punti tra le mura amiche, 24 su 27 disponibili, mentre i siciliani non hanno mai perso fuori casa totalizzando tre vittorie e cinque pareggi.

“Sarà una sfida bella e importante – spiega mister Grosso in conferenza stampa - contro una squadra di valore, domani sarà un po’ più difficile rispetto alle altre partite. Noi però abbiamo voglia di fare meglio, cercheremo di fare una partita diversa rispetto all’ultima uscita. Loro hanno fatto molto bene fuori casa, hanno un organico importante. Noi però siamo consapevoli delle nostre qualità. Abbiamo voglia di rivalsa ma non dobbiamo partire in maniera spregiudicata".

Domani Grosso dovrà fare a meno dello squalificato Micai e di Morleo ed Anderson: “Qualcuno ha saltato qualche allenamento, ma credo di riuscire a mettere in campo una squadra equilibrata. Brienza? Per noi è un giocatore determinante, al di là se viene impiegato dall’inizio oppure a partita in corso. De Lucia? Ha una bella opportunità ma non deve sentire il peso della pressione sulle spalle. Ha le qualità per giocare una partita di livello. Il calo di Improta e Galano? Quando una squadra non è in forma ne risentono i singoli. Domenica abbiamo sbagliato l’approccio alla partita e abbiamo perso meritatamente”.

I biancorossi stanno attraversando un periodo di transizione per arrivare ad esprimere l’idea di gioco dell’allenatore ex Juventus primavera: “Mi piacerebbe arrivare ad un livello in cui, a prescindere dagli interpreti, saremmo in grado di esprimere il nostro gioco. Il nostro obiettivo è fare molto meglio di quello che facciamo, abbiamo dei margini enormi e la nostra forza deve essere quella di avere tanti elementi di qualità importanti che possano rendere al massimo. Non siamo ancora in grado di farlo, stiamo lavorando girono per giorno per arrivarci, al di là dei risultati”.

Infine il tecnico ha ricordato i tre anni passati a Palermo durante la sua carriera da giocatore: “Ho un ricordo stupendo della città – conclude -, conosco ancora molte persone che domani ritroverò da avversari. Quell’esperienza mi ha lasciato dentro qualcosa di bello, indipendentemente dai risultati sportivi ottenuti”. 



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet