Lunedì, 11 Dicembre 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari-Avellino, Grosso: 'Siamo in emergenza ma daremo tutto. Galano sta bene'

Il tecnico biancorosso alla viglilia del match contro gli irpini: 'Petriccione potrebbe essere un'alternativa'

Pubblicato in Sport il 07/10/2017 da Giuseppe Bellino
Fonte foto: Fc Bari 1908

Sarà un Bari in emergenza quello che affronterà l’Avellino domani al San Nicola. I biancorossi proveranno a battere gli irpini nonostante le numerose assenze: Tonucci, D’Elia e Sabelli sono infortunati, mentre Gyomber, Capradosi e Basha sono stati convocati dalle rispettive nazionali. Grosso dovrà quindi reinventare la linea difensiva partendo dall’unico centrale disponibile, Luca Marrone: “Abbiamo preparato questa partita nel migliore dei modi – spiega il mister in conferenza -, anche se sappiamo di avere qualche problema in difesa. Non abbiamo molte alternative ma ho a disposizione dei ragazzi che sapranno fare la partita. Ritorno alla difesa a quattro? Ci ho pensato, ma non ho ancora deciso. Ripeto però che il modulo non è determinante, conta il modo in cui giocheremo. Vogliamo essere presenti in una gara che si prospetta molto difficile, dobbiamo avere rispetto degli avversari ma nessuna paura”.

L’assenza di Basha potrebbe lasciar spazio all’esordio dal primo minuto di Jacopo Petriccione, classe ’95 arrivato in estate dalla Fiorentina: “Potrebbe essere una alternativa – continua Grosso -, se dovessimo giocare con il mediano basso potrà toccare a lui perché ha delle caratteristiche diverse dai suoi compagni di reparto. Galano? Inutile dire che ci è mancato tanto, ha grandissime qualità e la squadra ne risente. A volte siamo stati bravi a sopperire questa assenza. Posso dire che si è allenato con la squadra, sta bene ed è a disposizione". 

I biancorossi non hanno passato una settimana serena a causa della sconfitta rimediata sette giorni fa sul campo dello Spezia: “Nel post gara ho parlato con i ragazzi – prosegue il mister -, non lo faccio mai ma in questa occasione mi è sembrato giusto. Ho detto loro che non possiamo permetterci di perdere una partita del genere. Abbiamo giocato una partita importante, nel primo tempo abbiamo creando i presupposti per andare in vantaggio. Nella ripresa abbiamo sofferto gli avversari per quindici minuti, ma non siamo riusciti a prenderli per il collo. Questo è stato il vero errore. Tornare a casa con una bastonata così non è facile, potevamo sicuramente ottenere un punto che sarebbe stato stretto ma che ci avrebbe fatto comodo. Questo episodio ha condizionato la settimana – spiega Grosso - non avendo continuità non è facile conquistare la convinzione. Per costruire le vittorie bisogna passare attraverso qualche passaggio a vuoto. Ci sentiamo in debito con i nostri tifosi, sappiamo che aspettative hanno”. 

Domani al San Nicola arriva l’Avellino, una delle sorprese della Serie B: “È una squadra che segna molto e che ha tanto entusiasmo – conclude il tecnico biancorosso -. Noi però abbiamo voglia di fare la partita dando tutto quello che abbiamo”.



loading...