Giovedì, 27 Aprile 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Spezia-Bari, Colantuono: 'In trasferta serve più attenzione. Tifosi? Rispetto la scelta, vorrei ci sostenessero'

Il mister biancorosso sul sostituto di Brienza: 'Galano deve caricarsi sulle spalle le sorti della squadra'

Pubblicato in Sport il 07/04/2017 da Giuseppe Bellino

Potrebbe essere il momento della svolta. Il Bari di Stefano Colantuono affronterà due trasferte nei prossimi quindici giorni: sabato i biancorossi se la vedranno con lo Spezia, successivamente faranno visita al Carpi nel giorno di Pasquetta.

 

“Spero che questa sia la trasferta giusta – spiega il tecnico ex Udinese - ci accingiamo a giocare due partite in trasferta contro due concorrenti e dobbiamo fare bene. Lo Spezia è tra le squadre migliori del campionato, hanno una rosa omogenea e di qualità. Hanno fatto un buon mercato di riparazione rinforzandosi con due giocatori come Fabbrini e Gianneti. Tuttavia mi concentrerò più sulla squadra che non sui singoli”.

 

Guardando gli ultimi risultati del Bari in trasferta, le due partite fuori casa appaiono uno scoglio difficile da superare: “Con il Latina non abbiamo fatto una bella partita – spiega il mister - ma siamo riusciti a vincere ugualmente. Credo che questo aspetto andava sottolineato. In questo girone sotto la mia guida abbiamo avuto tanti problemi tra squalifiche e infortuni, ma abbiamo comunque ottenuto un ottimo bottino formato da 34 punti. A questi ragazzi non posso credere di più. Sicuramente abbiamo problemi fuori casa, anche a livello psicologico. Secondo me bisogna leggere meglio le situazioni per fare bene. A Vercelli ad esempio non avremmo mai perso se non avessimo fatto alcuni errori banali che hanno portato al loro gol del vantaggio. Serve più attenzione”.

Colantuono si è soffermato sul discorso infortunati: “Non ci saranno Morleo, Cassani, Brienza, Floro Flores e Greco. Per quanto riguarda l’attacco Maniero è un po’ acciaccato mentre Raicevic non è al top. Entrambi però devono dare il massimo se verranno chiamati in causa”.

 

Dopo l’infortunio di Brienza, l’unica pedina biancorossa dotata di qualità è Cristian Galano: “Sicuramente può giocare nel ruolo di Brienza – spiega il mister - ma mi piace avere in campo più gente con qualità. Brienza è un giocatore che sposta gli equilibri e risolve le partite da solo. Non averlo fa pendere il piatto della bilancia dalla parte degli avversari. Galano dovrà a caricarsi un po' sulle spalle le sorti del Bari”.  


Il mister si è espresso anche sulla mini contestazione andata in scena martedì sera al San Nicola: “Non posso dire ai tifosi cosa devono fare, sono l’ultima persona che può dare consigli a loro che sono qua da una vita. Penso però che in questo momento il Bari ha bisogno più di una pacca sulla spalla che dei fischi. Naturalmente mi metto nei loro panni. Accettiamo la contestazione che, come hanno ben visto, non ci ha molto aiutato”. 

  


Il ds Sogliano e Colantuono hanno costruito una nuova rosa nel mercato di gennaio. Tuttavia i giocatori arrivati alla corte del tecnico romano non sono ancora al top della condizione: “ A gennaio abbiamo preso giocatori improntati per arrivare preparati ad Aprile. Adesso però questo discorso qui non è più possibile, perché oltre ad aver perso alcuni nuovi non abbiamo nemmeno a disposizione giocatori principali come Brienza. È un anno che è partito sotto una cattiva stella e non si riesce a raddrizzare. Tuttavia sono convinto che riusciremo a giocarci le nostre chance”. 



loading...

Speciale Bifest2017 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet