Martedì, 21 Agosto 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, svanisce il sogno serie A: 2-2 al 'Tombolato', Cittadella in semifinale

I biancorossi passano con Galano e si fanno rimontare da Bartolomei (doppietta). Un autogol di Alfonso porta il match ai supplementari, ma i padroni di casa passano per il miglior piazzamento in classifica

Pubblicato in Sport il 03/06/2018 da Giuseppe Bellino
Fonte foto: Fc Bari 1908

Il sogno del Bari termina al ‘Tombolato’. Finisce in parità la sfida tra i biancorossi e i veneti: Galano apre le danze al 51esimo, Bartolomei ribalta il risultato con una doppietta. Nel finale gli uomini di Grosso riagguantano il match con un autogol del portiere. La partita prosegue ai supplementari e termina sul 2-2: il Cittadella accede alla semifinale per il miglior piazzamento in classifica. I biancorossi hanno accusato un calo inspiegabile dopo il vantaggio siglato da Galano, subendo così i due gol dei padroni di casa. Buona la reazione nel finale, ma gli sforzi di Brienza e compagni non sono bastati a vincere il match.

La partita

Grosso si affida al 4-3-3 con Micai, Sabelli, Gyomber, Marrone e Balkovec in difesa. A centrocampo giocano Basha, Henderson e Tello mentre in avanti spazio a Galano, Nenè e Iocolano.

Venturato conferma il 4-3-1-2 con Schenetti dietro il tandem formato da Vido e Kouamè.

I biancorossi cominciano bene e creano la prima occasione del match al secondo minuto: calcio di punizione dai 20 metri battuto da Balkovec, conclusione respinta da Alfonso. I padroni di casa rispondono al sesto sugli sviluppi di un corner, la conclusione ravvicinata di Salvi finisce ampiamente sopra la porta difesa da Micai. I veneti non affondano e cercano di controllare il match, ma il Bari si rende ancora pericoloso all’ottavo minuto con una conclusione di Galano neutralizzata dal portiere amaranto. Gli uomini di Grosso continuano a macinare gioco e sfiorano il gol al quindicesimo: scambio Iocolano-Sabelli, il difensore entra in area e calcia ma trova soltanto l’esterno della rete. I veneti cercano di alzare il baricentro e si fanno vedere dalle parti di Micai con una conclusione di Bartolomei che finisce di poco al lato. Il ritmo del match cala negli ultimi venti minuti, i biancorossi però costruiscono una buona ripartenza al 26esimo minuto con Iocolano che riceve palla in area ma non inquadra la porta. L’ultima occasione del primo tempo arriva sulla testa di Nenè, la conclusione dell’attaccante brasiliano non impensierisce Alfonso che lascia scorrere la palla sul fondo.

Nella ripresa il Bari trova subito il vantaggio: Galano raccoglie una palla vagante al limite dell’area e batte Alfonso. I padroni di casa accerchiano l’arbitro Ghersini per un presunto fallo di Tello durante l’azione del gol. I biancorossi non riescono ad amministrare il vantaggio e subiscono la reazione dei veneti: al 54esimo Micai salva il risultato deviando un tiro di Kouamè diretto all’angolino basso. Passano due minuti e arriva il pareggio del Cittadella con una sassata di Bartolomei che trasforma al meglio un calcio di punizione dal limite. Grosso corre ai ripari e manda in campo Cissè e Brienza al posto di Sabelli e Iocolano. Le forze fresche non portano l’effetto sperato, con i biancorossi che continuano a soffrire gli attacchi dei padroni di casa. La partita si incattivisce e l’arbitro è costretto ad ammonire Gyomber per un fallo a palla lontana su un attaccante. Al 68esimo arriva il raddoppio del Cittadella, ancora con Bartolomei che batte Micai con uno splendido tiro al volo da fuori area che si insacca all’incrocio dei pali. La partita sembra ormai tra le mani dei padroni di casa con i biancorossi che non riescono più a costruire azioni pericolose. Grosso getta nella mischia anche Floro Flores al posto di Galano. Il Cittadella sfiora il tris con Schenetti e Strizzolo e viene punito a tre minuti dal termine: Nenè mette in mezzo, la palla assume una strana traiettoria che inganna Alfonso e finisce in rete.

La gara prosegue ai supplementari: nella prima frazione di gioco il Cittadella ha due occasioni per chiudere la partita: al decimo Schenetti calcia alto da posizione ravvicinata, nel finale Micai salva tutto deviando in angolo una conclusione di Strizzolo. Nella seconda frazione di gioco succede di tutto: Gyomber viene espulso per proteste, due minuti dopo Ghersini estrae il cartellino rosso anche per Brienza dopo un fallaccio a metà campo. Gli animi si surriscaldano e le due panchine vengono a contatto creando una rissa. L’arbitro espelle anche Sabelli che in precedenza era stato sostituito. Il Bari non riesce più a creare occasioni e il match si conclude sul 2-2.

Il tabellino di Cittadella-Bari

MARCATORI: Galano (B); Bartolomei (C); Bartolomei (C); Autogol Alfonso (B)

AMMONITI: Settembrini (C); Tello (B); Sabelli (B); Gyomber (B); Schenetti (C); Bartolomei (C); Nenè (B)

ESPULSI: Gyomber (B); Brienza (B); Sabelli (B)

ARBITRO: Sig. Ghersini di Genova

Bari (4-3-3): Micai, Sabelli (61’ Cissè), Marrone, Gyomber, Balkovec, Henderson, Basha, Iocolano (61’ Brienza), Galano (75’ Floro Flores), Nenè, Cissè. All. Fabio Grosso

Cittadella (4-3-1-2): Alfonso, Salvi, Varnier, Benedetti (106’ Pezzi), Pelagatti, Bartolomei, Iori, Settembrini, Schenetti Vido, Kouame (86’ Pasa). All. Roberto Venturato



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet