Lunedì, 28 Maggio 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Fc Bari, Sogliano sul mercato: 'L'obiettivo primario era Memushaj, non esiste un caso Galano. Il disfattismo non aiuta la squadra'

Il direttore sportivo biancorosso sulla posizione di Grosso: 'E' giovane e deve migliorare'. Su Anderson: 'A fine mercato il prezzo lo fa chi compra, abbiamo deciso di tenerlo'

Pubblicato in Sport il 01/02/2018 da Giuseppe Bellino
Fonte foto: Fc Bari 1908

Il direttore sportivo della Fc Bari 1908, Sean Sogliano, ha tracciato un bilancio del mercato biancorosso a meno di 24 ore dalla chiusura della sessione di gennaio. Cinque colpi arrivati alla corte di Fabio Grosso (tre difensori, un centrocampista ed un attaccante), sei i giocatori che hanno lasciato il capoluogo pugliese.

 

“Qui si fa troppo fantamercato – spiega il ds in conferenza stampa -. Quando abbiamo cambiato tanto siamo stati criticati, quest’anno invece abbiamo acquistato poco e siamo stati ugualmente criticati. Penso che abbiamo risolto la questione dei giocatori fuori lista cedendo Greco e Martinho, mentre l’obiettivo primario era prendere Memushaj. Purtroppo il Benevento non ha voluto accordarsi per il prestito ed ha chiesto un milione di euro per l’acquisto del cartellino. Credo sia una cifra troppo alta per un giocatore che ha 31 anni, non sarebbe stato giusto acquistarlo. Prendere altri centrocampisti? Non era necessario, siamo andati alla ricerca di qualcuno che fosse migliore dei nostri giocatori, cosa che non è facile. Dobbiamo credere in una squadra che dopo 21 partite di campionato era terza in classifica, mentre adesso è settima”.

 

Tra le sorprese del mercato biancorosso c’è sicuramente la scelta di non cedere Djavan Anderson, corteggiato da alcune squadre che militano nella massima serie: “Alla fine del mercato il prezzo lo fa sempre chi compra, così abbiamo deciso di tenerlo anche perché siamo a metà stagione”. Poi un commento sull’operazione che ha portato a Bari l’attaccante Federico Andrada: “È un giocatore che arriva dal River Plate, una delle squadre più forti del campionato argentino. È stata una operazione in prospettiva, ma il ragazzo potrebbe darci una mano anche in quest’ultima parte della stagione”.

La pesante sconfitta rimediata contro l’Empoli ha mandato su tutte le furie i tifosi biancorossi che hanno fischiato la squadra alla fine della partita, criticando le scelte di mister Grosso sui social. Per Sogliano si è trattato soltanto di un incidente di percorso: “Contro l’Empoli abbiamo sbagliato tutto, giocando una partita davvero brutta – spiega il ds -. Il disfattismo però non fa bene alla squadra e all’ambiente. Sento parlare di Venezia come della partita chiave per la stagione del Bari. Non è così perché ci sono altre 19 gare a disposizione”.

 

Nel post gara di Empoli, Fabio Grosso è apparso turbato e si è soffermato soprattutto sulla forza degli avversari: “Io credo che il nostro tecnico sia un ragazzo con tanta personalità -aggiunge Sogliano -, ma anche gli allenatori esperti sbagliano qualcosa. Deve migliorare, fino a qualche giorno fa tutti lo fermavano per strada mentre adesso sento parlare di possibile esonero. Io non sono il suo avvocato, anzi gli dico sempre quello che penso e se c’è qualcosa da migliorare”.

 

Chiosa finale sul mancato impiego di Cristian Galano contro l’Empoli: “Se un giocatore sta fuori non deve essere per forza al centro di un caso. È sereno e si sta allenando, ma ha giocato molte partite e ha bisogno di qualche partita per rifiatare. Richieste durante la finestra di mercato? No, mai avute”. 



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet