Giovedì, 19 Luglio 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Prima Summer School in Italia 'Qualità dell'acqua e salute'

Ad organizzarla il Dipartimento di Scienze Biomediche e Oncologia Umana dell’Università degli Studi di Bari con il supporto dell’Istituto Superiore di Sanità e del Ministero della Salute

Pubblicato in Salute il 30/09/2017 da Redazione

L’acqua è l’elemento principe sinonimo di vita, fondamentale per la salute dell’uomo.  E proprio sul tema "Qualità dell'acqua e salute" si tiene a Bari, dal 2 al 6 ottobre, presso Villa Romanazzi Carducci, la prima Summer School in Italia, organizzata dal Dipartimento di Scienze Biomediche e Oncologia Umana dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, con il supporto dell’Istituto Superiore di Sanità e del Ministero della Salute. La gestione delle risorse idriche si basa sulla sicurezza, sulla qualità dell’acqua e sul suo corretto utilizzo, con  implicazioni sanitarie, ambientali e sociali. Sono temi di estrema attualità. La Puglia è all’avanguardia per la sperimentazione  in corso sul riuso delle acque reflue a scopi non potabili, grazie alla collaborazione fra Università  e settore delle Risorse Idriche della Regione. Il tema  della qualità dell’acqua  e salute è complesso: riguarda aspetti  medici,  di impiantistica e  di manutenzione  della rete idrica, fino al tema del riuso – commenta la Prof.  Maria Teresa Montagna del Dipartimento di Scienze Biomediche e Oncologia Umana dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, da tempo impegnato nell’organizzazione di percorsi formativi sul tema delle acque – “ Obiettivo di questa prima Summer Scool, nell’ottica di un confronto inter-istituzionale sulla problematica, è fornire aggiornamenti sulla qualità dell’acqua correlata alla Salute, in relazione all’origine e agli usi e riusi delle risorse idriche, alle loro interazioni con l’ambiente e alle diverse vie di esposizione diretta e indiretta per l’uomo”. L’interesse per il tema è dimostrato dal fatto che in soli 20 giorni si sono iscritti 75 partecipanti, fra medici, ingegneri ed esperti che provengono da Enti di ricerca, Gestori dei sistemi idro-potabili, Istituzioni pubbliche e private del settore ambientale e sanitario e Università. Fra i temi della Summer School  anche un approfondimento sul Water Safety Plan, già introdotto nel 2004 dal WHO ed in Puglia con il R.R. n.1 nel 2014.



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet