Martedì, 24 Ottobre 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Settimana nazionale della prevenzione oncologica, la LILT di Bari presenta le sue iniziative (VIDEO)

Visite gratuite in senologia, ginecologia, endocrinologia e gastroenterologia prenotando al n. 080/5210404

Pubblicato in Salute il 20/03/2017 da Alessandra Rizzi

Sana alimentazione e corretti stili di vita aiutano a stare meglio. E, spesso, anche a prevenire l’insorgenza di alcune patologie tumorali. È quanto emerge da numerosi studi scientifici che hanno evidenziato l’esistenza di una correlazione tra alimentazione e malattie tumorali con un’incidenza pari al 35% dei casi (a fronte del 5% causato dall’inquinamento atmosferico). E sull’importanza di seguire un corretto stile di vita, a cominciare dalla sana alimentazione, e di diffondere la cultura della prevenzione, soprattutto coinvolgendo le giovani generazioni, si è discusso oggi nella sede  barese della LILT Lega Italiana Lotta ai Tumori, in occasione della presentazione della XVIa edizione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica 2017 (che termina il 25 marzo) con il Presidente Nazionale della LILT Francesco Schittulli, la presidente della LILT Bari Mariapia Locaputo, l’Assessore all’Ambiente e Sport del Comune di Bari Pietro Petruzzelli e la giornalista Donatella Azzone.

 

La prevenzione è fondamentale e infatti per tutta la settimana presso il Poliambulatorio di Bari (Corso Italia 187) sarà possibile effettuare visite gratuite in senologia, ginecologia, endocrinologia e gastroenterologia (prenotando al n. 080/5210404).

 

“Sana alimentazione, attività fisica, lotta al tabagismo e all’inquinamento ambientale. Questa è la formula vincente per promuovere la salute. Ma soprattutto- ha commentato il prof. Francesco Schittulli- dobbiamo promuovere la prevenzione. Nel 2016 circa 50.000 donne hanno sviluppato un tumore al seno e nel 2017 prevedo aumenteranno. Un dato allarmante certo, però è anche vero che oltre l’80 è guaribile. Ma ancora più allarmante è che potremmo garantire il 98% di curabilità se mettessimo in atto campagne serie di prevenzione. Oltre il 65% delle donne scopre di avere un tumore al seno in età avanzata mentre è fondamentale scoprirlo molto prima. Il cancro al seno non compare improvvisamente a 50 anni ma si insinua lentamente e in giovane età. Per questo da sempre sostengo l’importanza di educare le giovani donne- già dai 16 17 anni- all’autopalpazione, di eseguire controlli ecografici e visite annuali dai 25 anni e mammografie dai 40 anni. Dobbiamo fare prevenzione”.

 

La sana e corretta alimentazione va affiancata anche da una continua attività fisica, perché fare sport fa bene alla salute. “L’amministrazione comunale sta lavorando per aumentare il tasso di sportivizzazione dei baresi, la quantità di sport diffuso dei cittadini.  Stare in forma significa non solo seguire una corretta alimentazione ma anche fare una sana attività fisica. Questo genera un approccio virtuoso e quindi di interesse anche nei confronti della cultura della prevenzione- ha commentato l’Assessore comunale Pietro Petruzzelli”. “Fare prevenzione è importante e sono particolarmente contento che la Lilt operi quotidianamente nel Libertà, perché è soprattutto in quartieri così complessi che la parte sana della popolazione deve occupare gli spazi e diffondere sani e virtuosi stili di vita.”

 

In occasione della settimana Nazionale della Prevenzione Oncologica-  istituita dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri- nelle principali piazze italiane e negli ambulatori LILT saranno migliaia i volontari che faranno informazione sulla prevenzione, ma soprattutto medici, operatori sanitari, specialisti, volontari di circa 400 ambulatori di tutto il territorio nazionale offriranno quei servizi che, da 95 anni, caratterizzano la LILT nella lotta ai tumori.

 

 “La Lilt è qui da oltre 50 anni per fare prevenzione, sia educando ai corretti stili di vita, sia offrendo servizi di diagnosi precoce- ha concluso la Presidente della sezione di Bari Mariapia Locaputo- “È importante prendersi cura di sé e questo non vale solo per le donne, ma anche gli uomini. Questa settimana le visite infatti sono gratuite per tutti, soprattutto per chi non ha mai fatto prevenzione”.

 

Testimonial della Campagna I Fuoriclasse della Prevenzione sono il calciatore e capitano della Associazione Sportiva Roma ed ex Nazionale Italiana Francesco Totti e lo chef Massimo Bottura, premiato con tre stelle Michelin e classificatosi primo ristorante al mondo nella lista dei The World's 50 Best Restaurants Awards 2016 di New York. Il simbolo della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica è l’olio extra vergine di oliva 100% italiano, scelto per le sue preziose qualità protettive nei confronti dei vari tipi di tumore e per le accertate caratteristiche nutrizionali ed organolettiche. Infatti nella sede barese della LILT si potrà partecipare alla raccolta fondi sottoscrivendo una bottiglia di Olio extravergine di oliva, che sarà consegnata con un opuscolo informativo sui corretti stili di vita, a fronte di un contributo di €10,00.

 



loading...