Giovedì, 20 Settembre 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Salute, al Policlinico di Bari un incontro per promuovere la prevenzione e la cura delle malattie dell'utero

L'evento sarà aperto alle donne, interverranno il professor Stefano Bettocchi e la dottoressa Nicoletta Vurro, medici specialisti in Ostetricia e Ginecologia

Pubblicato in Salute il 18/04/2018 da Redazione

Il reparto di Ginecologia e Ostetricia del Policlinico di Bari ha organizzato per il 19 aprile una intera giornata dedicata all’informazione sulle patologie più comuni che colpiscono le donne, scegliendo di incontrare la popolazione femminile in un meeting che si terrà nell’aula «Asclepios» (al primo piano della palazzina del CUP) dalle 9.00 alle 13.30.

Questa iniziativa rientra nel programma di servizi gratuiti di Onda (Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere), in occasione della giornata nazionale della salute della donna che si celebra il 22 aprile e che durerà una settimana (dal 16 al 22, appunto). La II Unità Operativa di Ginecologia e Ostetricia del Policlinico di Bari (tra gli oltre 180 ospedali del Network Bollini Rosa) ha deciso di promuovere l’informazione sulla prevenzione e la cura delle principali malattie dell’utero con l’intervento del Professor Stefano Bettocchi, medico specialista in Ostetricia e Ginecologia, che parlerà di endometriosi, miomi e patologie benigne dell’utero  e della Dottoressa Nicoletta Vurro, anch’essa specialista in Ostetricia e Ginecologia, che si soffermerà, invece, sulle problematiche legate alla gravidanza, con particolare attenzione alla depressione post-partum.

Questo appuntamento è l’unico, tra i servizi offerti dal Policlinico, a rivolgersi ad un pubblico più ampio di donne con la formula del confronto.

"La volontà è di fornire autocoscienza alle pazienti prima di incontrare il loro ginecologo – spiega il professor Bettocchi -, indicando loro il percorso migliore per affrontare le patologie uterine benigne di più comune riscontro, così come la gravidanza, senza confusione, drammi o leggerezza. Volendo informare una platea più ampia di donne, abbiamo ritenuto l’incontro informativo più partecipativo rispetto ai classici esami strumentali. Insieme alla dottoressa Vurro cercheremo di rispondere ai dubbi delle donne. Non si tratterà di una relazione ma di uno scambio d’idee interattivo. Le pazienti hanno bisogno di conoscere meglio le problematiche mediche, noi quelle legate ai desideri femminili".



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet