Lunedì, 24 Luglio 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Rete Reumatologica pugliese, gli specialisti della Regione si confrontano con l’Ares

Tema dell'incontro sarà la necessità di organizzare in maniera più solida il sistema

Pubblicato in Salute il 11/07/2017 da Redazione

A due anni dall’attivazione, la Rete Reumatologica pugliese ripensa il suo futuro in un convegno in cui gli specialisti della Regione si confrontano con l’Ares, l’Agenzia Regionale che studia l’innovazione in Sanità.
Per migliorare la disponibilità delle cure e offrire a 40 mila cittadini pugliesi tutti i vantaggi di terapie innovative che riescono a controllare del tutto i sintomi dell’artrite e delle diverse patologie reumatiche, il sistema ha sempre più bisogno di una organizzazione più solida. Una configurazione più efficiente e strutturata dei servizi ambulatoriali periferici, dovrebbe puntare a facilitare gli accessi e agevolare la somministrazione delle cure specialistiche. Questo processo, secondo numerosi studi, è decisivo per migliorare l’adesione dei pazienti al percorso terapeutico. Spesso infatti le scelte delle persone con malattie reumatiche, che devono sottoporsi a cure di lunga durata, sono influenzate da fattori individuali che prescindono dagli stessi risultati clinici. La ricaduta virtuosa dei processi che portano al contenimento delle complicanze e dei ricoveri ospedalieri, oltre a limitare i danni articolari permanenti e l’inabilità, è considerevole, anche perché il potenziamento dell’assistenza territoriale mira a favorire diagnosi più precoci che consentono di iniziare più tempestivamente l’intervento terapeutico e ottimizzare, grazie a corsie preferenziali già attivate nei maggiori Centri ospedalieri pugliesi, la gestione dell’Early Arthritis (l'artrite iniziale presa in tempo).

La giornata di riflessioni e di studio sarà presieduta dal Direttore dell’ARES Puglia Giovanni Gorgoni, che illustrerà il piano di deospedalizzazione e potenziamento dell’assistenza territoriale. La proposta di efficientamento della Rete dei Centri di Assistenza Reumatologica delineata dal progetto RE.PU.RE. (REte PUgliese Reumatologia), con il coordinamento del prof. Giovanni Lapadula, direttore della Reumatologia del Policlinico Universitario di Bari, sarà discussa dagli specialisti Leonardo Santo (Barletta), Francesco Colasuonno (Bari), Romano Bucci (Foggia) insieme alla Presidente dell’APMAR (Associazione Nazionale Persone con Malattie Reumatologiche) Antonella Celano.



loading...