Martedì, 21 Novembre 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, medici in corteo tra le vie della città: 'Stop a tagli e morti annunciate, serve più sicurezza' (VIDEO/GALLERY)

Centinaia di camici bianchi hanno sfidato la pioggia battente raggiungendo in corteo la sede del consiglio regionale in via Capruzzi

Pubblicato in Salute il 10/11/2017 da Giuseppe Bellino

Centinaia di medici provenienti da tutta la Puglia si sono riuniti in piazza Giulio Cesare, davanti all’ingresso del Policlinico di Bari, per protestare contro il definanziamento e le scelte della politica regionale. Alla mobilitazione hanno aderito quattordici associazioni di categoria e sei ordini provinciali. I camici bianchi hanno sfidato la pioggia battente raggiungendo in corteo la sede del consiglio regionale in via Capruzzi. Dopo un breve sit-in la manifestazione si è conclusa con un'assemblea presso l'Hotel Excelsior a cui parteciperanno anche i segretari nazionali dei principali sindacati di categoria. 

“Basta tagli – hanno spiegato i medici durante la manifestazione -, vogliamo solo curare i nostri pazienti”. “Diritto alla cura, diritto a curare", “Sicurezza nelle sedi di lavoro, no alla medicina amministrativa, no alla sordità della politica”, sono queste le frasi presenti sugli striscioni che hanno accompagnato il corteo. 

“Vogliamo mostrare all'opinione pubblica il disagio della nostra professione – spiega Filippo Anelli, presidente Omceo Bari -. Negli ospedali la carenza di personale si fa sentire sempre di più, basti pensare che abbiamo quindicimila addetti in meno rispetto all’Emilia Romagna che ha la nostra stessa popolazione. Noi abbiamo l’obbligo morale e deontologico di assistere i nostri pazienti, ma talvolta le disposizioni che vengono emanate sono di carattere economicistico e riducono il livello dell’autonomia del medico”.

I manifestanti non hanno potuto incontrare il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, che è in viaggio verso la Germania per partecipare ad un incontro sul tema della decarboizzazione. “Noi abbiamo fiducia nel presidente Emiliano – prosegue Anelli -, per questo gli chiediamo di interloquire direttamente con la professione medica”.

Un altro tema caldo per i medici pugliesi è quello della sicurezza. “Basta con le morti annunciate” si legge su uno striscione che richiama le condizioni precarie in cui sono costretti a lavorare soprattutto i ‘medici della notte’, categoria sempre più oggetto di aggressioni ed episodi di violenza.

Dopo aver attraversato viale Salandra, il corteo è arrivato sotto la sede del consiglio regionale dove ad attendere i medici c’erano alcuni consiglieri regionali. “Chiediamo ai partiti di lasciare che la manifestazione sia autonoma e libera – ribadisce il presidente Anelli -, vogliamo però che la politica si interroghi sulle motivazioni che ci hanno spinto a protestare”. 



loading...