Lunedì, 18 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Tregua in Forza Italia, Fitto a Bari attacca solo Renzi (VIDEO)

Manifestazione di partito anche nel capoluogo pugliese contro la tassazione sugli immobili

Pubblicato in Politica il 29/11/2014 da Gian Vito Cafaro
E' il giorno del "No Tax Day" e Raffaele Fitto mette per un po' da parte la strategia "ribelle" nel partito, quella che da tempo l'eurodeputato sposa per provare a convincere Berlusconi ad azzerare la classe dirigente degli azzurri.
Oggi è il tempo di dire no alle tasse sulla casa. Una giornata voluta dal leader di FI, Silvio Berlusconi in tutta Italia.
Così a Bari, Fitto preferisce per 24 ore essere in linea con il partito. "Preferisco parlare di tasse, della casa, delle tasse che questo governo mette in campo. Dobbiamo spiegare ai cittadini che noi non siamo contro qualcuno ma che siamo per qualcosa. Oggi il nostro paese ha bisogno di avere messaggi rassicuranti, non contrapposizioni. Lasciamo perdere polemiche di questo tipo", dice l'ex ministro per gli Affari regionali.
Non è nemmeno il giorno di pensare al futuro del centrodestra pugliese in vista delle prossime regionali (in sala il possibile candidato presidente della coalizione Francesco Schittulli), ma l'eurodeputato di Maglie ha almeno in serbo una frecciata per il centrosinistra di Puglia alle prese con un improvviso rischio di fallimento Primarie. "Non è mio costume entrare negli affari degli avversari - precisa Raffaele Fitto - ma leggo sui giornali che secondo Vendola il centrosinistra è morto. Anche io lo penso".
Quindi la casa e l'opposizione "alle tasse del governo Renzi".
Proclama Fitto dal palco di Bari: "In tre anni le tasse sulla casa sono triplicate. Dopo Monti le cose sono andate peggio con Letta e Renzi". "Avevamo tolto l'Imu ma è arrivata la Tasi"
Fitto spiega che si era cercato anche un rimedio alla tassazione sulla casa, con degli emendamenti da parte di Forza Italia, "ma il governo li ha regolarmente respinti".