Martedì, 18 Settembre 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Puglia, Emiliano incontra la ministra per il Mezzogiorno: 'Accolto con cortesia, gli auspici sono buoni'

Il governatore ha chiesto altri due miliardi di euro all'interno del Patto per il Sud

Pubblicato in Politica il 21/06/2018 da Redazione

Il governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha incontrato a Roma il ministro per il Mezzogiorno, Barbara Lezzi. “Siamo stati accolti con grande cortesia come è accaduto l’altro giorno dal ministro Di Maio – ha dichiarato Emiliano a fine incontro. Abbiamo significato alla ministra la necessità di rafforzare la cabina di regia per l’FSC, i fondi per lo sviluppo e la coesione. Abbiamo ovviamente fatto presente che noi siamo una regione che ha speso in fretta e al meglio tutti i fondi europei: non per merito mio, ma è sempre tradizionalmente stato così per la Regione Puglia”.

È stato un incontro tra pugliesi, perché la ministra è di Lecce: “Abbiamo parlato di tante questioni, anche specifiche come la lotta alla Xylella – prosegue il presidente in una nota - la necessità di rafforzare la distribuzione dell’acqua, l’affinamento delle acque depurate, il ruolo dell’Acquedotto pugliese nel Mezzogiorno. È stata una discussione molto tecnica, utile, che mi auguro possa dare dei buoni risultati a breve e che ci consenta la collaborazione, perché quello che abbiamo sempre chiesto al ministro del Mezzogiorno - che in passato purtroppo non era mai stato capace di interpretare le ragioni della Puglia - è di ascoltarci. Poi è ovvio che devono decidere loro, nessuno vuole mettere il carro davanti ai buoi. Però collaborare serve a ciascuno per svolgere al meglio il proprio compito. Da questo punto di vista in questo primo incontro la ministra mi ha dato delle buone aspettative”.

“Ho confermato la nostra posizione sui principali dossier pugliesi. La ministra Lezzi non ha la delega allo sviluppo economico: è con Di Maio che dobbiamo parlare di Tap e Ilva. Però è chiaro che come esponente politico pugliese la ministra ha voluto conoscere il mio punto di vista. Per ora ho incontrato solo ministri del Movimento 5 Stelle e mi sono trovato bene, anche perché come è noto su molte questioni c’è una assonanza di visioni molto stretta. Con la Lega sarà più dura, mi immagino”.

Emiliano ha spiegato che mancano due miliardi di euro all’interno del patto per il Sud: “Se fossero disponibili, saremmo in grado di spendere. C’era una grande preoccupazione per il fatto che nel programma di governo c’erano solo un paio di righe per il Sud: ma sono due righe importanti, perché riecheggiano l’articolo 3 della Costituzione e dicono che il Sud deve diventare una zona omogenea al nord. Significano eguaglianza: e se lavorano in questa direzione, non potremo che sostenere l’attività di chi vuole rendere il sud economicamente omogeneo al nord. Naturalmente il passaggio tra il dire e il fare è molto complesso, se ne stanno accorgendo, ed è evidente che li attendiamo ad una verifica. Ma per ora gli auspici sono buoni”

loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet