Mercoledì, 13 Novembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

#Sagradelprogramma, Emiliano soddisfatto della sua 'festa di democrazia'

Prima dell'evento conclusivo, l'incontro con i rappresentanti del mondo della scuola. Oggi lettera aperta del centrosinistra al governo Renzi.

Pubblicato in Politica il 17/05/2015 da Redazione
Il percorso delle "Sagre del Programma" tracciato da Michele Emiliano, candidato sindaco di Puglia del centrosinistra, si è esaurito ieri con #lasagradellesagre in cui i pugliesi (attraverso il web o di persona) hanno votato le priorità del programma del centrosinistra. "Terra viva", "Relazioni", "Equilibrio", "Cambiamento", "Legge regionale sulla partecipazione", queste le sei aree tematiche in cui sono state inglobate 15 domande.
“Oggi per la prima volta – ha detto Michele Emiliano - dopo aver scritto il programma in un modo completamente diverso, grazie ad un processo partecipativo che ha coinvolto migliaia di pugliesi e certificato da un soggetto terzo, i pugliesi hanno tirato le somme, votando le loro priorità per il futuro della Puglia. Quando mi hanno consegnato la prima bozza del programma, ho provato un’emozione indescrivibile, perché contiene tutto ciò che avrei voluto scrivere io. Abbiamo messo in piedi una macchina complessa dal punto di vista organizzativo, non un giochino, ma un processo di grande valore, perché basato su partecipazione autentica. In questi dieci anni ho trascurato tantissime persone, anche forse la cura di me stesso, ma ho la consapevolezza che ne valeva la pena: la politica, la buona politica, è l’unica maniera per cambiare la nostra vita e migliorare le cose”.
Il processo partecipativo proposto da Emiliano è cominciato lo scorso 14 marzo da Bari ed ha toccato tutte le provincie della Puglia.
Prima di dare il via alle votazioni, Emiliano ha incontrato un gruppo di rappresentanti del mondo della scuola contrari al DDL che sta sollevando polemiche e contestazioni contro il governo Renzi. Ecco un momento del confronto (GUARDA IL VIDEO)