Venerdì, 13 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Puglia, presentato il ddl sulla partecipazione. Emiliano:'Decisioni più veloci allargando gli spazi di democrazia' (VIDEO)

I cittadini saranno coinvolti in dibattiti pubblici per le grandi opere e potranno proporre le proprie idee attraverso una piattaforma web

Pubblicato in Politica il 05/08/2016 da Giuseppe Bellino

Far sentire la propria voce riguardo le decisioni importanti e strategiche del territorio. È questo ciò che i cittadini potranno sperimentare grazie al nuovo disegno di legge sulla partecipazione presentato dal governatore Michele Emiliano. I diciannove articoli stilati serviranno  a promuovere la partecipazione come forma ordinaria di governo della Regione Puglia in modo tale da sbloccare anche le decisioni più difficili da prendere. “Questa è una legge scritta e voluta dai pugliesi  - ha spiegato Emiliano- proprio con un processo partecipativo. Si tratta di una normativa raffinata e complessa, una sperimentazione unica in Italia”.
Il modello lanciato dal ddl sulla partecipazione consentirà a cittadini e associazioni di qualunque di visionare e analizzare documenti forniti dalla Regione Puglia attraverso una piattaforma web interattiva e aperta. Questa innovazione, che non consiste nel classico sito web contenente i documenti politici, potrebbe implementare anche attività autonome rispetto a quelle della Regione.
Gli altri strumenti sono invece il dibattito pubblico obbligatorio per le grandi opere di particolare rilevanza per la comunità regionale, un programma annuale della partecipazione che verrà integrato dai cittadini e che ogni anno indicherà i temi importanti dei processi partecipativi, un “Town meeting” annuale al quale parteciperanno i sindaci e gli amministratori degli enti locali sul programma di governo e infine i citizen meeting, ovvero incontri tematici a base territoriale a cui partecipano tutti i soggetti titolari del diritto di partecipazione.
“Questa legge – ha continuato Emiliano – tenta di superare le difficoltà che i partiti politici hanno nel gestire il rapporto con le persone e le associazioni.
È una legge molto completa che consentirà a ciascuno di pretendere il rispetto di un diritto alla partecipazione informato proprio attraverso la piattaforma web”.
Per il governatore Emiliano la legge sulla partecipazione è “l’inverso di tutti quei decreti che pensano che ridurre la democrazia comporti una maggior velocità nella soluzione delle questioni. Noi sosteniamo il contrario: allargando gli spazi di democrazia la decisione si sblocca meglio e più velocemente”. Emiliano ha dedicato il nuovo ddl a Guglielmo Minervini, consigliere regionale recentemente scomparso: “Guglielmo ha ispirato molti dei principi di questa legge, durante i lavori ci sono stati frequentissimi dialoghi non sempre allineati ma molto intensi”.
Alla conferenza di presentazione ha partecipato anche Titti De Simone, consigliera del presidente per l’attuazione del programma di governo: “Con questa legge c’è la possibilità di poter sperimentare la partecipazione che si integra a quella della rappresentanza  - ha concluso – credo che la Puglia sarà un interessante laboratorio per i prossimi anni”.