Mercoledì, 18 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Un distillato che profuma di Mediterraneo: la storia del Gin Mare e le curiosità sul gin tonic

Oggi questo pregiato distillato può essere acquistato anche online

Pubblicato in Lifestyle il 31/07/2019 da Teresa Salerno

Alcune volte è possibile scoprire dei sapori inconfondibili, creati da una lunga tradizione e capaci di dare vita ad un immaginario e una storia unici al mondo. Questo è un discorso che riguarda davvero pochi marchi al mondo, e fra questi troviamo il Gin Mare, la cui storia merita di essere raccontata. 

 

In verità, più che di una storia si tratta di una vera e propria favola: una favola che arriva direttamente dalle coste spagnole di Vilanova, a pochi chilometri da Barcellona. Vediamo dunque di scoprire cosa ha reso così speciale questo distillato, una varietà artigianale considerata oggi come inimitabile.

 

La storia di un distillato unico al mondo

 

Tutti noi dovremmo ringraziare l’opera della famiglia Girò, ovvero la grande protagonista della nascita di un distillato considerato unico al mondo, speciale come pochi. Una famiglia che da 4 generazioni ama trarre il meglio dai distillati e che ha deciso di creare il Gin Mare con l’idea di imbottigliare – letteralmente – i profumi e i sapori della propria terra. 

 

Profumo di Mediterraneo e di costa iberica, con un mix di elementi che in realtà spazia da cultura a cultura, da paese a paese. Vi basti pensare al fatto che, nella cappella oramai inglobata dalla distilleria, al posto dell’altare si trova un alambicco fiorentino (fra l’altro ancora in uso). Per quanto riguarda il mix di odori e di sentori, servirebbe un romanzo per elencare i 56 ingredienti di partenza: una griglia che ha portato la famiglia Girò a ridurli a 9, protagonisti indiscussi del Gin Mare. Fra questi troviamo ad esempio le olive d’Arbequina col nocciolo, gli agrumi (rigorosamente sbucciati a mano), il timo greco e il basilico italiano. 

 

Oggi questo pregiato distillato può essere acquistato anche online, grazie ad e-commerce specializzati come Tannico che hanno la cantina Gin Mare nel loro assortimento. Come degustarlo al meglio? Sicuramente il primo consiglio è di assaggiarlo in totale purezza, così da assaporare a pieno tutti i suoi profumi e sapori.

 

La ricetta classica del Gin Tonic

 

Il gin tonic nacque nell’800, per merito di un medico olandese, che lo utilizzò per combattere la malaria. Come? Mischiando il chinino al gin, al limone e allo zucchero: un mix destinato ad uscire dai confini medici, fino a diventare uno dei cocktail più apprezzati della storia. 

 

Eppure la ricetta, come insegnano i bartender, non è facilissima da realizzare, perché bisogna saper utilizzare gli ingredienti al momento giusto. L’acqua tonica, ad esempio, andrebbe versata nel cocktail solo dopo gli altri, per una questione di aroma. Inoltre, la scorzetta di limone non dovrebbe rappresentare una mera decorazione: si consiglia, infatti, di strofinarla per dare un sapore più deciso.

 

Insomma sembra proprio che il gin custodisca alcune curiosità davvero particolari, tra distillerie molto particolari e ricette ad hoc, c’è tanto fascino e storia in ogni bicchiere. 



loading...