Lunedì, 25 Giugno 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Consumatori, come far valere i propri diritti

Oggi ci sono leggi che tutelano il consumatore che può rivolgersi a figure professionali che lo supportino per far valere i propri diritti

Pubblicato in Lifestyle il 15/03/2018 da Teresa Salerno

Conoscere i propri diritti di consumatore e cercare di farli valere in tutte le sedi. Un’esigenza che è in costante crescita visti i tanti campi di applicazione nei quali, spesso e volentieri, l’utente finisce con il muoversi in autonomia.
Un quadro reso ancora più evidente dalla proliferazione della rete, che ha creato nuove tendenze dando il via ad una corsa esasperata al fai da te. Dalle assicurazioni agli acquisti di beni e servizi tramite e-commerce passando per conti in banca e investimenti.
Oggi la rete è lo strumento principe tramite il quale effettuare operazioni di ogni genere: e l’utente è spesso lasciato solo al proprio destino. Ecco allora che nasce l’esigenza per i consumatori di far valere i propri diritti. Ne parliamo con l’avvocato Tassitani Farfaglia di Consulenza Legale Italia.

Cosa si intende con diritto dei consumatori?

“Con questo termine si fa riferimento alla disciplina il cui fine ultimo è quello di tutelare la parte contraente che risulti essere debole all’interno di un contratto di consumo. È un po’ lo stesso concetto del diritto bancario, nel quale si va sempre a cercare di tutelare la parte contraente più debole. Parlando del diritto dei consumatori, è un qualcosa che trova la propria disciplina nell’ambito del codice del Consumo.”
Cosa sancisce questo codice?
“Il codice del Consumo ha precise linee guida che prevedono di individuare la parte contrente debole, per l’appunto, distinguendola dal professionista. Il consumatore è colui il quale ‘agisce per scopi estranei rispetto all’attività imprenditoriale commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta’. Viceversa il professionista è la ‘persona fisica o giuridica che agisce nell’esercizio della propria attività imprenditoriale commerciale, artigianale o professionale’. Quindi un intermediario.”
Quali sono concretamente i campi di applicazioni nei quali si esplica il diritto dei consumatori?
“Sono ovviamente tanti e vari. Si pensi a tutta la commercializzazione a distanza, amplificata dall’uso della rete; ed ancora ai servizi finanziari, alle forniture di servizi ed utenze come luce, gas, adsl ecc… si parla in generale poi di tutti i contratti che il consumatore va a concludere con un’altra parte.”
Quali sono i principali diritti del consumatore?
“Nei casi sopra indicati riferiti ad acquisti a distanza, anche online, ad esempio il consumatore ha sempre il diritto di recesso. Il diritto di recesso può essere applicato esclusivamente in relazione a
contratti di compravendita di beni o servizi conclusi a distanza, quindi al di fuori di locali commerciali. E soltanto in riferimento a contratti tra consumatore e professionista, come da definizioni di cui sopra.”
Oggi sono garantiti i diritti dei consumatori?
“Ovviamente ci sono molteplici fattispecie che devono essere analizzate in modo soggettivo. In linea generale ci sono oggi leggi che tutelano il consumatore; il quale può rivolgersi a figure professionali che lo supportino per far valere i propri diritti.”



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet