Martedì, 24 Ottobre 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Progetto 'RiNascita': 'Una seconda opportunità per le donne in difficoltà' (VIDEO)

Il vicesindaco Vincenzo Brandi: 'La Casa delle Donne del Mediterraneo diventerà un riferimento per la tutela della Salute della Donna nella nostra città'

Pubblicato in Donne il 20/03/2017 da Giuseppe Bellino

“RiNascita vuole aiutare le donne con problemi oncologici a ritrovarsi nella Casa delle Donne del Mediterraneo insieme ad altre amiche. Potranno utilizzare questo spazio per usufruire di una psicologa, una nutrizionista oppure delle fisioterapiste. Inoltre ci saranno anche le estetiste di Nouvelle Esthétique Académie che insegneranno alle pazienti come sentirsi belle”. Così Adele Leone, presidente di ACTO Bari (Alleanza contro il tumore ovarico),  ha commentato la partenza del progetto RiNascita, l’iniziativa organizzata da più associazione che ha come obiettivo la valorizzazione dell’immagine delle donne affette da una neoplasia.

“Attraverso questo progetto vogliamo che le donne vedano la malattia come una seconda opportunità – aggiunge Anna Lisa Milella, presidente di Uì Together -. Purtroppo la malattia è un tunnel, tuttavia in fondo può esserci una luce. Crediamo che l’alleanza con altre associazioni femminili, permetterà a tutti di ampliare il supporto abbracciando e circondando di cure e attenzioni le donne in un momento delicato della propria vita”.

Alla conferenza stampa del progetto RiNascita, unico in Italia nel suo genere, è intervenuto anche il sindaco Decaro: “Sono contento che all’interno della città ci sia uno spazio al femminile – spiega –, mi piace molto che due associazioni decidano di stare insieme e di aiutare le donne che vivono una situazione di grande difficoltà. Il cancro è una malattia che ti solca all’interno e all’esterno, bisogna trovare il coraggio di reagire. Sapere che c’è qualcuno che ti accompagna in questo percorso è molto bello, da sindaco sono orgoglioso di guidare una società che aiuta chi ha bisogno”

“Le ricadute del progetto sono molteplici – conclude il vicesindaco Vincenzo Brandi - l’interesse dell’amministrazione comunale è quello di garantire un posto nel quale le donne che sono sottoposte a delle difficoltà oggettive causate da un male sempre più diffuso abbiano una sede nella quale realizzarsi e capire che c’è la possibilità di andare avanti seguendo i criteri dell’essere donna. La Casa delle Donne del Mediterraneo diventerà un contenitore che a 360 gradi possa aiutare le pazienti oncologiche". 



loading...