Domenica, 25 Agosto 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Il Salento ospita '(at)Fest', il Festival di arti digitali e nuove tecnologie

In programma quattro workshop tra Castro, Corigliano d’Otranto, Lecce, Tricase e Taviano e si concluderà venerdì 28 e sabato 29 con due serate nel borgo medievale di Castro

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 25/06/2019 da Redazione

Dal 24 al 29 giugno arriva nella terra delle luminarie (at)Fest - Festival di arti digitali e nuove tecnologie, che propone workshop, talk, incontri, installazioni artistiche e feste. Organizzato dalla cooperativa Arte Amica, in collaborazione con partner pubblici e privati, il festival è finanziato dal Programma straordinario 2018 in materia di Cultura e Spettacolo della Regione Puglia. Venerdì 28 e sabato 29 giugno le serate clou del festival saranno ospitate nel borgo medievale di Castro. I luoghi caratteristici del centro storico saranno trasformati e riletti grazie alle installazioni realizzate da artisti, performer, creativi e designer provenienti da tutta Italia e dall’Europa, che elaboreranno le proprie opere intorno al tema della luce. Il festival inizia lunedì 24 con i workshop, venerdì sera l’accensione delle installazioni e sabato appuntamento speciale con i talk e con  Walkabout "Extra moenia", l’esplorazione partecipata tra le installazioni condotta da Carlo Infante e la sua Urban Experience. Le due giornate di (at)Fest si chiuderanno in serata con le feste in terrazza nel Castello aragonese di Castro con le selezioni musicali dei dj Lucia Manca, Giorgio Tuma, Sonda,
Beat Soup, Marcello Napoletano e Lemi Shoya.


Nella terra delle luminarie, la tradizione incontra l’innovazione e la straordinaria bellezza del centro storico di Castro si trasformerà in un circuito di installazioni artistiche, video mapping e architetture di luce per (at)Fest – Festival di arti digitali e nuove tecnologie. Da lunedì 24 a sabato 29 giugno, il Salento ospiterà workshop, talk, incontri, installazioni artistiche e feste per la prima edizione di (at)Fest, appuntamento innovativo e unico nel suo genere che costruisce intorno al potere evocativo della luce un viaggio alla scoperta delle arti digitali e delle nuove tecnologie e propone un vero e proprio laboratorio artistico internazionale.

(at)Fest è ideato, prodotto e diretto artisticamente da Arte Amica. Il Festival è cofinanziato dalla Regione Puglia grazie al Programma straordinario 2018 in materia di Cultura e spettacolo, main partner dell’evento MarianoLight. Inoltre (at)Fest è realizzato in collaborazione con Comune di Castro, Co.D.E. - Comunità Digitali Esperienziali; con il sostegno di Università di Foggia, Comune di Lecce, Novia University of Finland, Swedish Cultural Foundation in Finland, Alma Artis Academy, Associazione Commercianti di Tricase, Casa tu Martinu; si avvale del patrocinio di Teatro Pubblico Pugliese, Provincia di Lecce, Comune di Tricase, LegaCoop Puglia, Università del Salento - DAMS Lecce; partner tecnico Musicmaster e Forel Forniture.

La location principale del festival sarà il borgo medievale di Castro (Lecce) che ospiterà le serate di venerdì 28 e sabato 29 giugno, durante le quali saranno valorizzati luoghi caratteristici del centro storico, trasformati e riletti grazie alle installazioni realizzate da artisti, performer, creativi e designer di rilievo internazionale che elaboreranno le proprie opere intorno al tema della luce, utilizzando linguaggi differenti ma sempre con una forte connotazione tecnologica. Un vero e proprio percorso articolato tra il castello aragonese e le vie del centro storico, nel quale il pubblico potrà interagire con le installazioni di arti digitali e video mapping realizzate da artisti provenienti da tutta Italia e oltre, entrando in connessione fisica ed emotiva con le opere, gran parte site specific, frutto di una contaminazione tra cultura locale e nuove tecnologie. Il Festival proporrà inoltre un interessante programma di workshop, talk, incontri e feste per un approccio multidisciplinare all’affascinante mondo dell’arte digitale, con particolare riferimento all’uso della luce e ai sistemi tecnologici in grado di rendere possibile l’interazione tra pubblico, installazioni e contesto. Questo percorso innovativo in grado di mettere in relazione importanti esperienze nazionali e internazionali attive nella digital art e nelle nuove tecnologie, in equilibrio tra passato e futuro, parte proprio da un territorio in cui la tradizione delle “luminarie”, che decorano paesi e città in occasione delle feste patronali, è ampiamente riconosciuta anche oltre la dimensione territoriale. Un dialogo tra ambiente urbano e arti digitali si arricchirà anche di installazioni musicali che a chiusura delle due serate clou trasformeranno le terrazze del castello in una vera festa.



loading...