Giovedì, 12 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Torna il festival metropolitano 'Bari in Jazz': sedici concerti in programma dal 15 giugno al 29 luglio

Gli appuntamenti si svolgeranno ad Acquaviva delle Fonti, Alberobello, Bari, Conversano, Gioia del Colle, Giovinazzo, Matera, Molfetta, Polignano a Mare e Turi.

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 22/05/2017 da Redazione

Tredici è il numero fortunato della edizione 2017 del Festival Metropolitano Bari in Jazz. Un festival che è cresciuto negli anni fino a diventare metropolitano e quest’anno varca anche il confine regionale con un concerto che si terrà a Matera. Questo suo essere itinerante fa si che la musica jazz sia protagonista nelle piazze e nei siti più interessanti dei borghi dell’area metropolitana, valorizzando i luoghi e promuovendoli attraverso i concerti. Dieci i luoghi dei sedici concerti, di cui due a pagamento, che si dipanano dal 15 giugno al 29 luglio con il filo conduttore della contaminazione e della leggerezza, in senso calviniano: la musica jazz contemporanea come antidoto alla pesantezza del mondo.

E nelle piazze dei borghi della Puglia la musica aiuta a leggere la storia e le architetture in un modo nuovo. Già sperimentato nelle passate edizioni ma quest’anno lo sforzo è stato quello di contaminare di più e di “alleggerire” ulteriormente.

 

Gli appuntamenti di questa edizione del festival si svolgeranno ad Acquaviva delle Fonti, Alberobello, Bari, Conversano, Gioia del Colle, Giovinazzo, Matera, Molfetta, Polignano a Mare e Turi. Come ogni anno il Festival Metropolitano Bari in Jazz, luogo d’incontro della musica jazz con altri generi musicali, offrirà una vetrina d’eccellenza ai grandi artisti e a quelli emergenti, promuovendo anche nuove creazioni.

 

Nel 2017, Bari in Jazz ha messo in campo una serie di strategie promozionali basate sul concetto di “rete”. Tali strategie hanno portato all’attiva partecipazione presso le fiere di settore “Fira Mediterrania Demarresa” (spagna), “Babel Med” (francia) , “Jazzahead” (Germania) e il Womex la più grande fiere di World Music del mondo. Il risultato più interessante all’Amersfoort Jazz Festival and Conferences”, influente rete di festival europea con base in Olanda, presso la quale Bari in Jazz mira ad inserirsi e promuovere attivamente la Regione Puglia”.

L’edizione 2017 si presenta con un cartellone ricco di proposte diverse fra loro, per mostrare quanto sia ricco e variegato il mondo del Jazz, che tende a contaminarsi con altre sonorità. I paesi del mondo da cui provengono i musicisti spaziano dalla Norvegia, dal Congo, Guinea e Togo, alla Francia, Inghilterra, Stati Uniti.

 

Si comincia il 15 a Gioia del Colle nella irregolare Piazza Luca D’Andrano sulla quale si affaccia il Monastero di San Francesco del XIII sec., con il rapper hip hop belgacongolese Baloji. Quindi ad Alberobello nella suggestiva cornice del Trullo Sovrano.

 

A Turi in piazza Gonnelli. Mentre a Matera si esibirà il cantante afro-funk anni 70 del Togo Vaudou Game. Due i concerti nella splendida cornice di Cala paura a Polignano: la cantante italiana Ginevra De Marco e il chitarrista di origine vietnamita, nato a Parigi Nguyen Le. A Conversano, in piazza Castello, la cantante italiana Flo e Donatello D’Attoma. A Molfetta al Puglia Outlet Village il concerto di Paola Turci mentre ad Acquaviva, atrio Palazzo De Mari, si esibirà il contrabbassista pop francese Sylavin Daniel. A Giovinazzo, in Piazza Duomo, concerto della cantante soul anglo-normanna, Izo Fitzroy. Tre i concerti a pagamento: ad Alberobello la cantante inglese di origini caraibiche Ala.ni, a Bari al Teatro Petruzzelli Womant to Woman e a Molfetta all’Anfiteatro Ponente il concerto del sassofonista Afro-americano Kamasi Washington. La chiusura a settembre con tre concerti in Vallisa.