Mercoledì, 13 Dicembre 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Terza giornata a Bari del 'Maggio all'infanzia'

'Qui il Paradiso!', e le famiglie sono felici

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 17/05/2014 da Redazione
Si è trasformato in un vero e proprio centro sociale per l’infanzia il nuovo Laboratorio urbano Officina degli esordi di Bari, che in questi giorni ospita alcune delle iniziative del festival “Maggio all’Infanzia”, giunto alla 17^ edizione, organizzato dalla neonata Fondazione SAT – Spettacolo Arte Territorio, nuovo soggetto che include il Teatro Kismet, Le Nuvole di Napoli e lo studio Co&ma e dalla Fondazione Città bambino, con Regione Puglia, Teatro Pubblico Pugliese, Comune di Bari, Banca Carime.
Dalle 9.00 del mattino fino a sera, negli oltre 2500 metri quadrati dell’Officina, situata in via Crispi, si stanno alternando laboratori artistici per scuole e famiglie, momenti di lettura, spettacoli teatrali per i piccolissimi e attività legate al cinema.
E così sarà anche per la terza giornata di festival che oggi comincia, alle 9.00 all’Officina, con il “Laboratorio del Paradiso” curato da Cristina Bari e Karin Gasser (il laboratorio sarà replicato anche nel pomeriggio, dalle 16.00 alle 19.00). Il percorso dedicato al Paradiso proporrà ai bambini e ai loro genitori tantissimi laboratori e iniziative in cui i bambini si impegneranno a “creare”, giocare e divertirsi insieme. Tutte le attività saranno ispirate agli elementi e ai giorni della creazione del paradiso terrestre: la stanza del buio e quella della luce, il grande salone dove vengono inventati gli animali, il terrazzo degli esseri vegetali e così via.
Contemporaneamente al “Laboratorio del Paradiso”, in piazza Garibaldi dalle 9.00 alle 12.30 ci sarà il laboratorio di lettura “LibroLab” a cura dell’omonima associazione. Partendo dal recupero di antiche tradizioni orientali, il progetto LibroLabInMovimento si ispira ai kamishibai, narratori giapponesi che si spostavano nei vari villaggi in bicicletta raccontando storie e vendendo dolciumi ai bambini.
Il programma degli spettacoli comincia invece al Kismet a prima mattina: alle 9.15 il debutto regionale de “La grande magia” della compagnia Le Nuvole di Napoli, diretto da Rosario Sparno, con Luca Iervolino, Antonella Romano e Rosario Sparno, ispirato all’omonima commedia di Eduardo De Filippo in un riallestimento che mira a insistere sul rapporto tra il concetto di illusione e quello di fiducia; alle 10.30 “Vite spezzate” diretto e adattato da Teresa Ludovico, con Marco Manchisi, Michele Cipriani, Vito Carbonara e la stessa Ludovico.
Lo spettacolo liberamente tratto dai racconti de I Quaderni della prevenzione “Drammi inevitabili o eventi prevedibili?” prodotto dalla Regione Puglia in collaborazione con l’INAIl, è proposto nell’ambito del progetto “A scuola di prevenzione”, promosso dagli stessi enti, in collaborazione con l’Ufficio scolastico Regionale e il Teatro Kismet OperA, prevede attività finalizzate alla promozione e diffusione della cultura della sicurezza sul lavoro.
Nel pomeriggio riprendono le attività all’Officina degli esordi: dalle 16.00 alle 18.00 ci sarà il laboratorio “Sognare a occhi aperti” curato dal gruppo di Progetto Sirio. Partendo dal tema titolo “Qui il Paradiso!” il laboratorio vuol condurre i bambini a imparare a sognare a occhi aperti, stimolando e potenziando la loro fantasia. Nel laboratorio, condotto da una psicologa e da un animatore, i bambini ascolteranno storie, favole e musiche che saranno stimolo per partire alla scoperta dei loro sogni e che li aiuteranno a raccontarli e trasformarli in colori, parole, oggetti per realizzare un “libro animato” dal titolo “Mio Paradiso”. Contemporaneamente in un'altra sala dell’Officina ci sarà il laboratorio “Piccoli esperimenti di cinema” curato da Sinapsi produzioni partecipate e ancora, dalle 16.00 alle 19.00 replicherà il “Laboratorio del Paradiso”. Sempre all’Officina poi, alle 18.00, lo spettacolo “Piccoli misteri” con Rossana Farinati, impegnata a raccontare ai piccolissimi i misteri della panificazione e l’origine di alcune tradizioni pugliesi.
Gli spettacoli al Kismet riprenderanno pure a inizio pomeriggio: alle 16.00 – con replica alle 19.30 - ci sarà la compagnia Principio Attivo con “Hanà e Momò” diretto e interpretato da Cristina Mileti e Francesca Randazzo. Le protagoniste collocate attorno ad uno spazio scenico “inconsueto”, manipoleranno in corso d’opera oggetti semplici e riconoscibili, costituiti da materiali poveri e naturali, che diverranno personaggi di fantasia protagonisti dei loro giochi. Alle 17.15 il debutto regionale di “Brutta bestia” del Teatro delle Briciole, di Giulio Molnàr e Francesca Bettini, con Piergiorgio Gallicani, Paolo Colombo, Agnese Scotti. Lo spettacolo racconta la storia di due rabbiosi che trasformati dalla loro passione non si riconoscono più, ma si danno un gran daffare per ritrovarsi e tornare a essere quelli di prima.
Atteso alle 18.30 sul palco del Kismet il lavoro di Thalassia “Aspettando il vento” di Francesco Niccolini, con Luigi D’Elia. Qui ci sono Arturo, un bambino che nella vita sarà sempre un pinguino, Caterina, una ragazzina che sa tutto degli uccelli migratori e
c’è Andrea, un bambino con una passione così profonda da far presagire un destino più grande, misterioso e magico. Lui nella vita sarà una rondine, non c'è dubbio. Un universo lieve, di avventure e giochi. Nuovo, tutto da scoprire. Un’amicizia che ha il suono del vento tra le canne e del silenzio nella palude al tramonto.
La giornata continua con il circo di strada di Criminal clown alle 19.00 in piazza Garibaldi, Otto Panzer alle 19.30 al Kismet e si conclude – alle 20.30 al Kismet - con il debutto nazionale del nuovo lavoro di Burambò “Amore e Psiche” di e con Daria Paoletta, tratto dall’omonimo testo di Apuleio in cui si racconta la storia di un amore travagliato e ostacolato dalla diversità dei due amanti.


loading...