Mercoledì, 22 Novembre 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'Bari che fu', un salto nel passato con i romanzi dello scrittore Luigi Fallacara

L'evento si terrà nella Parrocchia di San Cataldo nell'ambito del festival 'Chi legge arriva primo'

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 14/11/2017 da Redazione

Sullo sfondo di una città notevolmente cambiata dall’avvento dell’automobile, dei cafés chantants e dall’inaugurazione della Fiera del Levante ma che conserva riti e tradizioni popolari, questa sera alle ore 19,30 la Parrocchia di San Cataldo a Bari (via Tripoli 21, quartiere Marconi–San Girolamo-Fesca) si immergerà nella “Bari che fu”, ventiduesimo evento del Festival Letterario delle Periferie Urbane “Chi legge arriva primo”, organizzato dalla Stilo Editrice con il sostegno della Siae.

Le immagini vivide sono quelle tracciate dalla penna dell’autore barese Luigi Fallacara (Bari 1890 - Firenze 1963). Dagli ulivi che danno lucentezza argentea alla terra e che sono al centro degli squarci lirici dello scrittore trae il titolo il romanzo “Terra d’argento”, la cui riedizione è stata curata dalla giovane Marilena Squicciarini (classe 1982) per la Stilo Editrice.

Nel corso della serata insieme all’autrice cercheremo di porre luce su una figura di grande spessore a lungo dimenticata dal grande pubblico, attraverso la storia della famiglia Accettura, mercanti d’olio nella Bari degli anni Trenta.

A Luigi Fallacara, Marilena Squicciarini ha dedicato la sua tesi di dottorato in Italianistica. Il lavoro, che si è occupato del primo ciclo delle poesie dello scrittore barese, sarà presto affiancato da un volume che raccoglie il meglio della produzione poetica fallacariana, “Il frutto del tempo”.

 



loading...