Lunedì, 11 Dicembre 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'Il grande stupore', ecco il terzo album del cantautore pugliese Matteo Passante

Pubblicato grazie al fundraising e prodotto artisticamente da Lele Battista, si tratta del "disco dell'immaturità" dell'l'artista

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 13/10/2017 da Redazione

“Il grande stupore” è il terzo disco di Matteo Passante, cantautore pugliese da tempo trapiantato a Milano, giunto al suo disco della maturità. Anzi dell'immaturità, come precisa lo stesso Passante, consapevole del passaggio meditato, coraggioso e voluto rispetto al debutto Signora Clessidra e lo Sposo Bambino (2010) e all'Ep Welcome To Love (2014). Il grande stupore parte da qui: dal rinnovamento con la Malorchestra (Diego Scilla alle tastiere, Marco Vismara alle chitarre e arrangiamenti, Luca Moroni al basso e al contrabbasso, Raffaele Pellino alla batteria), dall'attenzione per i temi della storia, della quotidianità e delle vicende umane narrati senza clamori né enfasi, con un linguaggio delicatamente poetico. “Le mie canzoni sono sempre nate come esigenza personale – dichiara Passante - e trasformano trafiletti di giornale con notizie improbabili o un battito cardiaco più accelerato per troppo stupore, per amore o per rabbia, in qualcosa di fruibile per tutti, in qualcosa in cui riconoscersi. Scrivo quasi sempre di getto. Quasi tutti i testi del Grande stupore sono nati in macchina nel tragitto che va da casa a lavoro. Le musiche vengono sempre da sé”.

Il grande stupore è partito con il piede giusto. Con il successo del fundraising che ha confermato la nutrita fan-base per Passante, con il video di 1958 , con una serie di concerti e apparizioni grazie ai quali sarà possibile gustare dal vivo le trame e le avventure, come sempre tra musica e parole, della Malorchestra. Una piccola grande orchestra capitanata da una figura anomala, cantautore per scelta e necessità, con la sua indole da osservatore e la sua curiosità, anche negli ascolti. 

 



loading...