Mercoledì, 20 Settembre 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Conversano, novità e grandi nomi per il festival 'Lectorinfabula'

Una edizione ricca di spunti anche all’insegna del design con 114 appuntamenti e 7 workshop

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 13/09/2017 da Redazione

I temi che analizzano la contemporaneità ci sono tutti, sin dalla prima giornata. Gli ospiti che hanno scelto il festival Lectorinfabula per parlare anche degli argomenti più spinosi sono 205 e gli appuntamenti in cui lo faranno 114. Due le mostre, sulla satira e sui libri illustrati, 7 i workshop. E la bellezza dei luoghi di Conversano serve a sottolineare la meraviglia degli incontri, tanto che Lectorinfabula 2017 (tredicesima edizione del Festival) si fa vetrina ed accoglie con fierezza anche alcuni dei marchi più prestigiosi del design internazionale: FontanaArte per la luce, Officine Tamborrino per l’acciaio e Granorte-BeO per il riciclo. Aziende che hanno disegnato i contorni della storia del design nel mondo e che renderanno unica questa edizione.

“Si fa presto a dire Rivoluzione” è il tema in base al quale si racconteranno i cambiamenti, a Lectorinfabula dove Rivoluzione è già il programma stesso. Si comincerà giovedì 14 settembre con una serie di appuntamenti che accontenteranno i gusti e gli interessi di ognuno, dalle 10 del mattino in poi.

Si parlerà di satira con il vignettista satirico Gianfranco Uber ed il direttore editoriale di VoxEurop Gian Paolo Accardo, di fotografia con i fotoreporter Rino Bianchi e Rocco De Beneditcis, del nuovo Sud Africa con i docenti di letterature straniere l’una all’Università di Milano e l’altro all’Università di Bari Itala Vivan e Lugi Cazzato, di Mafia Caporale con il sociologo e scrittore Leonardo Palmisano, di rivoluzione e coraggio con Antonia Chiara Scardicchio docente di pedagogia sperimentale all’Università di Foggia, Francesco Magistà presidente dell’associazione “Con Loro” e Rosanna Santoro della Cooperativa Sociale Itaca. 

Si ricorderà nel corso della giornata anche la figura di Antonio Gramsci con Lea Durante docente di letteratura italiana all’Università di Bari ed il giornalista Oscar Buonamano. Uno dei temi che verranno trattati è anche quello della rivoluzione nomade con lo storico e scrittore Vito Bianchi ed il docente di storia e letteratura al liceo Salvemini di Bari Alberto Maiale. Si parlerà anche di Post Giornalismo e ritorno all’informazione con il presidente dell’Assostampa Puglia Bepi Martellotta, ed i giornalisti Gianvito Rutigliano e Marina Lalovic, di politiche del lavoro con Francesco Errico esperto di politiche del lavoro e della formazione, Giuseppe Gentile docente di diritto ed economia alla LUISS di Roma e l’avvocato Rosa Cuscito.  
Di figli fragili parlerà poi il neuropsichiatra infantile Stefano Benzoni in compagnia dell’educatrice Rosy Paparella; di medioevo invece tratteranno il responsabile dell’Istituto storico italiano per il Medioevo Amedeo Feniello ed il presidente del Centro studi Normanno-Svevi Sergio Chiaffarata. Il rapporto tra chiesa e giustizia verrà sviscerato dal padre superiore gesuita e fondatore di “Reggio non tace” Giovanni Ladiana insieme con la giornalista Giovanna Casadio.
Il lato oscuro della rivoluzione lo racconterà invece lo storico e professore emerito dell’Università di Bari Luciano Canfora con lo storico dell’economia e direttore del Centro Librexpression della “Fondazione Di Vagno” Thierry Vissol. Il rapporto tra cibo medicina e ricerca sarà alla base dell’incontro tra il professore di Medicina Interna dell’Università di Bari Antonio Moschetta ed il divulgatore scientifico Edoardo Altomare; di cambiamento e tradimento parleranno il saggista ed editorialista del Corriere della Sera Ernesto Galli della Loggia, la giornalista Maddalena Tulanti e Silvio Suppa docente di storia delle dottrine politiche all’Università di Bari.
Del cinema di Sergio Corbucci narrerà la critica cinematografica Angela Bianca Saponari in un sentito omaggio a Paolo Villaggio, di etica del ribelle invece parlerà il docente di filosofia della scienza all’Università di Milano Giulio Giorello con Pino Donghi anche editor del festival della scienza medica di Bologna. Sarà lo scrittore Bruno Arpaia a spiegare gli stravolgimenti atmosferici degli ultimi anni, con un romanzo che fonde scienza, arte e filosofia, realtà e fantasia, e che consente al lettore di riflettere sulla condizione at­tuale del pianeta Terra.
Infine un racconto esclusivo per Lectorinfabula: si parlerà di sesso e altre rivoluzioni con lo scrittore Mario Desiati e la giornalista e sceneggiatrice Antonella Gaeta.



loading...