Mercoledì, 21 Novembre 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

'I musei raccontano la Puglia', ecco il progetto per coinvolgere bambini e ragazzi alla fruizione dei beni culturali

Si tratta della prima sperimentazione di rete tra le istituzioni culturali delle città pugliesi per un uso sempre più qualificato e condiviso del patrimonio

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 12/07/2018 da Redazione

Nasce la prima sperimentazione di rete tra le istituzioni culturali delle città pugliesi per un uso sempre più qualificato e condiviso del patrimonio. L’obiettivo è offrire un prodotto culturale in grado di coinvolgere attivamente le comunità a partire dai bambini. Il progetto si chiama “I musei raccontano la Puglia” e punta a coinvolgere bambini e ragazzi, da 0 ai 13 anni, per stimolarlo all’uso consapevole, alla fruizione e alla conoscenza dei beni culturali, degli istituti e dei luoghi della cultura pugliesi con particolare riferimento ai Musei.

 

Questa mattina, presso la Mediateca regionale, l’incontro tra l’Assessore all’Industria Turistica e culturale, Loredana Capone, i direttori del Polo Biblio Museale di Brindisi, di Foggia e di Lecce e i sindaci dei Comuni di Foggia, Ceglie, Laterza, Ruvo e Ugento, capofila per le province di Foggia, Bari, Brindisi, Taranto e Lecce, i cui musei si sono rivelati particolarmente virtuosi rispetto all’applicazione degli standard museali.  

E proprio sugli standard l’assessore ha anticipato che la Regione ha riavviato il percorso di approvazione dei propri livelli di qualità per renderli coerenti con la nuova normativa nazionale.

“Abbiamo tutti bisogno conoscere le nostre origini, la nostra identità - ha detto Loredana Capone - e il Museo è il luogo dove i cittadini con le proprie famiglie, i bambini, le bambine, si uniscono alle proprie radici mentre i turisti si sentono parte della storia della comunità che li accoglie. Con questo nuovo progetto, allora, noi vogliamo sperimentare una nuova modalità di comunicazione e dialogo con i cittadini e, soprattutto, con i giovani affinché si appassionino e si sentano responsabili della bellezza dell’enorme patrimonio che è lì, ad un passo da loro e che, nonostante tutto, è spesso non considerato o, peggio, sconosciuto. Ma è anche un modo per creare una sinergia attiva sul territorio tra le diverse istituzioni, una sinergia indispensabile per realizzare il grande sogno dei pugliesi: quello di rendere i nostri Museo vivi, luoghi in cui parlare e creare, insieme”.

 

 



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet