Martedì, 18 Settembre 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Molfetta, la leggenda del reggae Lee 'Scratch' Perry all'Eremo Club

L'artista giamaicano presenterà dal vivo il suo ultimo lavoro discografico "Super Ape return to conquer"

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 10/04/2018 da Redazione

L'associazione Link Up porta in Puglia un'autentica leggenda del reggae mondiale. Sabato 14 aprile ,Lee Scatch Perry, una delle figure più importanti della musica giamaicana dell'ultimo mezzo secolo, pioniere del dub, produttore e collaboratore di Bob Marley salirà per la prima volta sul palco dell'Eremo Club di Molfetta per presentare dal vivo il suo ultimo lavoro discografico "Super Ape return to conquer". A completare la serata, subito dopo lo show di Lee Perry, dancehall party con le selezioni musicali di Heavy Hammer Sound System e la partecipazione on stage della dancer Jay Spark; nella seconda sala, invece, spazio alle sonorità rock e pop di dj Violet Tear.

 

Un grande appuntamento con la black music internazionale targato Link Up perché a 82 anni suonati, Rainford Hugh Perry, meglio conosciuto come Lee "Scratch" Perry, ma anche con molti altri pseudonimi tra i quali The Upsetter, King, Little e Pipecock Jaxxon Lee Perry, può considerarsi una delle ultime leggende viventi della musica black, del reggae e del dub.  Cantante e musicista, maanche produttore geniale, in grado di dare il meglio in studio di registrazione e talent scout di grande fiuto, Lee "Scratch" Perry ha lasciato la sua impronta indelebile sul sound giamaicano, anticipando tendenze ed evoluzioni e continuando a essere ancora oggi un personaggio di primo piano anche nelle performance dal vivo. Ha collaborato sin dagli albori con formazioni di culto come Maytals e Skatalites, per poi fondare la sua house band The Upsetters, a cui ha affiancato anche la sua prima etichetta Upsetter Records.

 

Tra i pionieri dell'utilizzo dei campionamenti musicali, Perry è considerato uno degli ideatori della musica dub, di cui diverrà uno dei massimi esponenti in pochi anni: l'eco delle sue intuizioni dietro al banco di missaggio è evidente persino nella musica elettronica prodotta dall'inizio degli anni '90 fino a oggi. Ne sono prova gli innumerevoli tributi, come la traccia Dr. Lee PhD dei Beastie Boys, contenuta nel loro classico "Hello nasty", o le sue collaborazioni, nel 2012 con gli inglesi Orb o, l'anno dopo, nel remix per il producer britannico Forest Swords. Insieme ad Adrian Sherwood, nel 2008 ha realizzato "The mighty upsetter", l'album che viene unanimemente considerato la sua uscita più importante degli ultimi 25 anni.

 



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet