Martedì, 7 Luglio 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

#Bifest2014: Lezione di Cinema con Luis Bacalov (VIDEO/FOTOGALLERY)

"Ho scritto musiche per film come se fosse sempre la prima volta"

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 10/04/2014 da Redazione
Protagonista della quinta Lezione di Cinema del Bif&st 2014 il pianista e compositore Luis Bacalov, Premio Oscar nel 1996 per "Il Postino". A dialogare con lui il maestro Rino Marrone. Sulle pagine Facebook, Twitter e Instagram di ILIKEPUGLIA, la DIRETTA SOCIAL con commenti, foto, video.

Ecco alcuni passaggi dell'intervento di Luis Bacalov:

"Ho cominciato facendo l'arrangiatore per una casa discografica romana";

"Arrangiavo una ragazzina, Rita Pavone";

"Ho imparato che era fondamentale avere un rapporto collaborativo con il regista, capire cosa lui si aspettasse dalla musica, cosa voleva esprimere attraverso la musica";

"Mi è capitato di lavorare con registi che sembrano agnellini e poi alla fine si sono comportati come censori, perché la loro tremenda ignoranza li faceva dubitare di tutto e non gli andava bene niente";

"Ho scritto musiche per film come se fosse sempre la prima volta";

"La musica può veicolare idee ed emozioni che non possono essere trasmesse dal punto di vista linguistico";

"Il cinema deve avere una certa unità, bisogna pensare ad un'idea chiusa. La musica di un film non deve invadere le frequenze sonore degli attori";

"Il musicista deve essere umile e tenere a bada il suo narcisismo ma deve avere coraggio";

"Se il cinema racconta una storia drammatica la musica può fare cose di grande sperimentazione e impatto emotivo fortissimo";

"Il mio rapporto con la musica leggera? Non sono d'accordo con chi dice che una barzelletta non è arte";

Sulla colonna sonora di 'Django unchained': "la mia agenzia americana mi ha chiamato e mi ha detto 'ci ha chiamato Quentin e vorrebbe la tua musica per il suo ultimo film, sei d'accordo?' E io ho risposto: certo che sono d'accordo";

"Per me il valore assoluto è la musicalità non la potenza della voce";

"Ho scritto anche musica per film bruttissimi";

"Morricone a mio avviso è il compositore più importante che ha avuto il cinema europeo";

"E a chi dice che Morricone fa sempre la solita pappa, rispondo che è un cretino";

"Penso che la musica sia come la pittura e la cultura, un valore".