Martedì, 17 Settembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Il rap letterario di Murubutu in scena al MAT Laboratorio Urbano di Terlizzi

Il live a Terlizzi sarà occasione per ascoltare dal vivo i brani del suo quinto e ultimo disco “Tenebra è la notte e altri racconti di buio e crepuscoli”

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 09/07/2019 da Redazione

Murubutu, il professore-rapper arriva in Puglia con il suo potente rap di ispirazione letteraria al Laboratorio Urbano Mat di Terlizzi sabato 13 luglio alle 21.30 (costo del biglietto: 15 euro, prevendite disponibili su  www.diyticket.it. Apertura botteghino alle 20.30, info:340/61.56.380), evento realizzato dal Mat in collaborazione con Django Concerti, Shanty Crew e South Love Vibration. Alessio Mariani, vero nome di Murubutu, docente di storia  e filosofia in un liceo della sua città, Reggio Emilia, fondatore e voce del collettivo reggiano La Kattiveria, è una delle voci più originali, creative, destabilizzanti del rap italiano, un autentico narratore underground arrivato a riaffermare che si può fare hip-hop “senza tralasciare concetti e riferimenti che possano contribuire ad una crescita culturale”, come dice lo stesso artista.  

Il live a Terlizzi sarà occasione per ascoltare dal vivo i brani del suo quinto e ultimo disco “Tenebra è la notte e altri racconti di buio e crepuscoli”, consacrato al connubio fra musica rap e letteratura, con i consueti innesti di storia e filosofia, nonché terzo concept album di Murubutu: stavolta è la notte il trait d’union tra le tracce del del disco. “La notte è realtà parallela che trasforma i luoghi su cui cala mutandone i contorni, i colori ma anche le percezioni, i comportamenti e i sentimenti delle persone che la vivono. La notte è momento di riposo o tormento, ora sogno, ora incubo. La notte è continua metamorfosi soggetto-oggetto che assume facce diverse in un ciclo continuo. Nell’album la notte si fa medium narrativo attraverso cui raccontare fenomeni complessi come la guerra, la solitudine, il lutto ma anche il fascino della natura, l’ispirazione artistica, l’amore. Il titolo che parafrasa la celebre opera di Fitzgerald allude alla notte come catalizzatore di paure e speranze in cui l’individuo vive più che mai il confronto con se stesso”.

Anticipati dal video del singolo La notte di San Lorenzo tutti i racconti  contenuti, ha spiegato Murubutu, “hanno registri e suggestioni differenti e risentono dell’influenza di narratori contemporanei come Haruf, Rigoni Stern, Ishiguro, Lauenstein ma anche classici come Wordsworth, Kafka e Dostoevskij, miscelati nella mia testa con approfondimenti storici e racconti popolari”. Produzioni affidate a beatmakers della scena hip-hop nazionale (Il tenente, Dj West, XxX -Fila, Swelto, Dj Fastcut, SuperApe, R-Most), scrittura tecnica e attenta ai contenuti. Ospiti dell’album, alcuni dei più talentuosi esponenti della scrittura alta nel rap in Italia, Caparezza, Mezzosangue, Claver Gold, Willie Peyote, Dutch Nazari.

 




loading...