Martedì, 25 Settembre 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Taranto, un museo a cielo aperto: percorso di formazione in drammaturgia dello spazio

Il corso è finalizzato allo sviluppo di un progetto collettivo sul tema “portiamo il museo fuori, nella città”, alla costruzione di una “macchina scenografica interattiva"

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 09/03/2018 da Redazione

Fuori dal museo. Nella città. Il Crest indice un bando per la selezione di 15-20 partecipanti al percorso di formazione in drammaturgia dello spazio “Taranto, un museo a cielo aperto” condotto da Paolo Baroni, scenografo e illuminotecnico, e Marco Guarrera, set designer e lighting designer. In pratica, da aprile a settembre 2018, il Crest condividerà con i corsisti selezionati spazi di progettazione, professionalità artistiche, strutture organizzative e tecniche. Il corso è finalizzato allo sviluppo di un progetto collettivo sul tema “portiamo il museo fuori, nella città”, alla costruzione di una “macchina scenografica interattiva”, utilizzando per lo più materiali di recupero e all’installazione della “macchina” in uno o più luoghi dell’antica isola tarantina.

Il percorso di formazione in drammaturgia dello spazio si rivolge a maggiorenni ambosessi, studenti e professionisti provenienti da diversi settori disciplinari inerenti alla rigenerazione urbana, all‘integrazione sociale, alla comunicazione, all’arte contemporanea, alle arti visive e performative. Nell’esame delle candidature sarà data preferenza agli under 35 e ai residenti nella città di Taranto. È richiesta una forte attitudine al lavoro di gruppo interdisciplinare, alle pratiche creative e di problem solving, curiosità e spirito di ricerca. Ancora, saranno necessarie la disponibilità all’ascolto e la capacità di mettersi in gioco, provando a uscire dal sapere del proprio linguaggio specifico, ma senza perdere la propria identità.

“Taranto, un museo a cielo aperto” prevede momenti di scoperta e osservazione, passeggiate e visite guidate in diverse zone di Taranto, in primis la città vecchia. Sarà indispensabile uno sguardo collettivo, globale, sulla città da parte di tutto il gruppo (minimo 15, massimo 20 partecipanti), per realizzare un lavoro di drammaturgia dello spazio condiviso. Alle uscite seguiranno momenti di creazione pratica negli spazi teatrali del TaTÀ di Taranto, in via Grazia Deledda al quartiere Tamburi. Il calendario dei lavori: 23-26 aprile, incontro preliminare; 21-26 maggio, definizione progetto; 11-30 giugno, costruzione “macchina scenografica”; 17-22 settembre, installazione finale ed evento pubblico.

La quota di partecipazione è di 100 euro (con possibile pagamento in due rate: 50 euro al momento dell’iscrizione e la restante quota da saldare entro il termine del percorso). Il bando resterà aperto dal 9 marzo al 5 aprile 2018, la scadenza tassativa per la presentazione delle candidature è fissata per la mezzanotte di giovedì 5 aprile. Gli interessati dovranno inviare modulo d’iscrizione (scaricabile dal sito www.teatrocrest.it), curriculum vitae (in formato pdf), lettera motivazionale (max 3000 battute) e, facoltativo, video di presentazione del proprio profilo biografico (max 2 minuti) alla cooperativa teatrale Crest all’indirizzo: carlamolinari@teatrocrest.it indicando in oggetto: “Drammaturgia dello spazio 2018”. L’esito della selezione verrà comunicato lunedì 9 aprile. Info: 099.4725780 (int.3).



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet