Mercoledì, 20 Settembre 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

La lezione dello storico Emilio Gentile apre il Festival 'Lectorinfabula' a Conversano (GALLERY)

Dal 14 al 17 settembre in programma 108 eventi sul tema ‘Si fa presto a dire rivoluzione’

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 08/09/2017 da Redazione

“Il capo e la folla” è il titolo della Lectio Magistralis tenuta da Emilio Gentile, docente di Storia Contemporanea alla Sapienza di Roma, che ha inaugurato ufficialmente il festival “Lectorinfabula”. Gentile nel suo incontro ha  rievocato le principali esperienze di partecipazione delle folle alla politica dell'antichità di capi straordinari, riallacciandosi al suo ultimo libro intitolato appunto “Il capo e la folla”.  Lo storico ha esplorato il rapporto che ha legato la folla a leader carismatici come Roosevelt, Mussolini, Lenin, Hitler, Ataturk, de Gaulle, Kennedy, rivelando le dinamiche all’interno delle masse.

Il fil rouge della Lectio Magistralis è legato indissolubilmente al tema che il “Lectorinfabula” affronterà dal 14 al 17 settembre a Conversano, ‘Si fa presto a dire rivoluzione’. L’evento, realizzato dalla Fondazione Paolo Grassi in collaborazione con la Fondazione "Giuseppe Di Vagno”, approfondirà la contemporaneità ospitando personalità della scena politica e culturale italiana ed europea.
La tre giorni prevede 108 eventi gratuiti (dibattiti, presentazioni di libri e workshop) con 200 relatori provenienti da ogni parte del mondo.

Sette i dialoghi sulle rivoluzioni tra fede, scienza, cultura, consapevolezza e conoscenza con ospiti del calibro di Luciano Canfora e Thierry Vissol,   mentre con le “Parole allo specchio" la politica sarà affrontata da Ernesto Galli della e Francesco Merlo.  Tre gli appuntamenti sulle "parole necessarie" spiccano gli incontri con Vito Borrelli, Elena Fontanari e Veronika Leiner che  parleranno di giovani e cooperazione a partire dalla parola “Erasmus”;  in programma anche incontri sulla “Scuola pubblica per la Buona Politica” organizzati dalla Fondazione “Giuseppe Di Vagno”. Nel ricco programma c’è spazio anche per un ciclo di incontri dedicato alla cultura della legalità con la partecipazione di Marzia Sabella, sostituto procuratore a Palermo, mentre Dan Perkins (in are Tom Tomorrow) parlerà della nuova America di Trump in compagnia di Giampiero Gramaglia .

La novità di questa edizione è il ciclo dedicato al rapporto tra “Città e rivoluzioni”, attraverso la letteratura dove si proverà a tracciare storie, vissuti, umori, passioni, tra passato e futuro di città che hanno conosciuto rivoluzioni, (riuscite, tentate o fallite, in ogni caso) tutte legate a città così diverse e nello stesso tempo così importanti per quello che hanno rappresentato e rappresentano tutt'oggi per la nostra cultura.

Il festival si chiuderà con un appuntamento dedicato alla TV: in programma un incontro con Andrea Vianello, Mario Orsini, Giorgio Simonelli, Riccardo Bocca ed Oscar Buonamano. 



loading...