Martedì, 18 Settembre 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

R+R=NOW, il collettivo della nuova scena black americana inaugura il Locus Festival

Il progetto ideato da Robert Glasper si esibirà sabato 7 luglio a Mavù Masseria

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 05/07/2018 da Redazione

Ad aprire la quattordicesima edizione di Locus festival sabato 7 luglio a Mavù Masseria di Locorotondo l'attesissimo concerto di R+R=NOW, per l'unica data italiana del collettivo che unisce le personalità più illustri della nuova scena black americana.

Frequentatore ormai abituale del Locus, Robert Glasper è l’artefice del progetto R+R=NOW insieme al leggendario producer e polistrumentista Terrace Martin. Con loro sul palco il trombettista jazz Christian Scott, il bassista Derrick Hodge, il batterista Justin Tyson e il producer, polistrumentista e voice beat boxer Taylor McFerrin, per formare R+R=NOW: una super-band in grado di esplorare tutte le sonorità della musica black, fra jazz, soul, R&B, hip-hop e molto altro. 

R+R=NOW sta per “Reflect and respond now”: un concetto ispirato dalla leggendaria cantante soul Nina Simone, che in un’intervista disse: “Il dovere di un artista è di rispecchiare i tempi in cui vive". E le voci scelte da Glasper in R+R=NOW appartengono ad alcuni dei protagonisti e dei fondatori della scena più consapevole e attenta alla situazione socio-politica attuale.

Non poteva essere inaugurata diversamente la rassegna che celebra la musica come linguaggio universale, codice dell’animo che supera qualsiasi barriera geografica, linguistica e sociale. Il simbolo ed il claim del Locus 2018 “Cultural weaves” apre il caratteristico borgo pugliese di Locorotondo, nel cuore della valle d’Itria, agli intrecci culturali che formano le musiche popolari contemporanee.



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet