Venerdì, 15 Dicembre 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Puglia, il progetto 'Dal Palcoscenico alla realtà' diventa best practice su prevenzione e sicurezza sul lavoro

L'idea è nata dalla collaborazione tra Regione Puglia, direzione regionale Inail Puglia, Ufficio Scolastico Regionale e Teatri di Bari .

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 02/12/2017 da Redazione

Il progetto “Dal Palcoscenico alla realtà: a scuola di prevenzione”, nato dalla collaborazione tra Regione Puglia, direzione regionale Inail Puglia, Ufficio Scolastico Regionale e Teatri di Bari, diventa una best practice nazionale.  “Dal Palcoscenico alla realtà: a scuola di prevenzione”, utilizza il linguaggio teatrale per promuovere e diffondere nelle nuove generazioni la cultura della prevenzione e della sicurezza negli ambienti di lavoro. Teatri di Bari ha realizzato lo spettacolo "Vite Spezzate" per la regia di Teresa Ludovico, tratto dal volume "Dieci racconti di Vite Spezzate: drammi inevitabili o eventi prevenibili?", scritto da due medici del lavoro e pubblicato da Regione Puglia. Un esperimento di drammatizzazione nato nel 2010 che racconta agli studenti 10 storie vere di infortuni mortali sul lavoro. Gli stessi studenti, in seguito ad incontri con esperti in materia di sicurezza, sono stati coinvolti con un concorso anche nella produzione di elaborati (videoclip, immagini, fumetti, racconti) che trattassero i temi affrontati.

"Siamo alla quinta edizione di una esperienza capace di coinvolgere sempre più studenti e la longevità fertile dell'iniziativa è la conferma che si sta investendo culturalmente sul lungo termine. Nel corso degli anni – spiega Giuseppe Gigante, direttore generale Inail Puglia - l’iniziativa si è evoluta attraverso modalità capaci d’intercettare i molteplici interessi dell’eterogeno mondo giovanile, sino a giungere un’articolazione delle attività che si sviluppa attraverso la rete dei social e che favorisce la sua diffusione e replicabilità. Lo scopo è quello di orientare l’apprendimento dei futuri lavoratori verso la prevenzione, aiutandoli a ragionare sui fattori più ricorrenti degli incidenti sul lavoro al fine di accrescere in loro la “cultura della prevenzione”, precondizione per ridurre il fenomeno infortunistico".

 



loading...