Lunedì, 17 Dicembre 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Festival Costa dei Trulli: Nina Zilli, Enzo Avitabile e Erri De Luca ospiti della manifestazione itinerante

Spettacoli e concerti in programma dal 23 agosto al 9 settembre a Monopoli, Fasano e Alberobello

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 02/08/2018 da Redazione

 

Musica, cultura, arte e reading. Il Festival Costa dei Trulli abbraccia e coinvolge tutte le arti in un vero percorso che si estende, anche geograficamente. Da Monopoli a Fasano, fino ad Alberobello, il Festival itinerante, con la direzione artistica di Gaetano Partipilo, richiamerà in Puglia artisti di fama internazionale dal 23 agosto al 9 settembre 2018.

Un Festival che oltre ad essere proposta artistica di alto livello, vuole valorizzare le bellezze e la cultura dei luoghi che lo ospitano, creando un’ulteriore occasione di attrattività per i turisti dopo ferragosto.

Dalle mete di turismo religioso ai borghi antichi culla del Barocco, dalle cattedrali ai porti, sino al magico del Trullo Sovrano, patrimonio Unesco: la musica si fonderà con l’enorme patrimonio artistico e architettonico del territorio di Monopoli, Fasano e Alberobello). Inoltre, la prospettiva è quella di abbracciare, in futuro, una zona sempre più ampia della regione fino a comprende tutta la Valle d’Itria: da Polignano a Mare ad Ostuni, un’unica area unita da una raffinata proposta artistica e culturale in luoghi d’eccezione.

Il programma di eventi è ricchissimo, si passa dalla musica “leggera” di qualità a proposte più raffinate o di nicchia, attraversando percorsi artistici legati al jazz.

Cristina Donà, Gaetano Partipilo, Akua Naru, Nina Zilli, il duo Musica Nuda di Petra Magoni e Spinetti, Erri De Luca, Enzo Avitabile e Remo Anzovino, sono alcuni dei nomi che saranno coinvolti nel Festival.

Si comincia con una prima nazionale del direttore artistico di Costa dei Trulli: giovedì 23 agosto a Monopoli Gaetano Partipilo presenta “THE BOOM COLLECTIVE” (ore 21 sul Sagrato della Cattedrale, ingresso libero). Il progetto è il frutto di un lavoro compositivo durato oltre due anni, Gaetano Partipilo guarda alla propria terra e riunisce una vera e propria Young All-stars Made in Puglia, coinvolgendo oltre 13 musicisti pugliesi. Alcuni collaboratori storici ed ormai affermati come Mirko Signorile, Giuseppe Bassi, Dario Congedo, Andrea Sabatino, Carolina Bubbico, Luca Alemanno, Fabrizio Savino, altri vere e proprie “scoperte” del nostro territorio. In primis la cantante Angela Esmeralda, Mike Rubini giovanissimo sassofonista tra i più promettenti in Europa; e ancora Francesco Lomangino e Vito Scavo, già membro stabile delle band di Roy Paci. The boom collective è un progetto unico con riferimenti all’indie rock dei Radiohead, alle Soundtrack di John Barry, alle contaminazioni elettroniche di John Zorn, legati da un unico filo conduttore che è il jazz. Per questa versione live Gaetano si avvale di una line-up di primissimo livello con due splendide voci capaci di emozionare qualsiasi platea.

Si prosegue con un altro maestro del sassofono, il giorno successivo, venerdì 24 agosto con Enzo Avitabile (piazza Ciaia a Fasano, ore 21, ingresso libero). Cantautore e compositore di origini napoletane, ha collaborato con i grandi della musica italiana da Pino Daniele a Edoardo Bennato. Vincitore del David di Donatello per la migliore colonna sonora nel 2017 per il film “Indivisibili” di Edoardo De Angelis. Con il progetto "Acoustic World” Enzo Avitabile ripercorre in chiave acustica (formazione in trio con Gianluigi Di Fenza alla chitarra e Emidio Ausiello alle percussioni) gli ultimi 12 anni della sua produzione discografica, proponendo brani tratti da tutti i suoi progetti dal 2003 ad oggi. Enzo Avitabile guida il pubblico attraverso un percorso fatto di emozioni e di conoscenza di un linguaggio musicale personalissimo ed originale che lo ha reso uno dei riferimenti mondiali della "World Music" e probabilmente l'artista italiano più rappresentativo di questo genere. Non solo, la tradizione napoletana di cui è fortemente portatore si fonde con i ritmi di un Sud che esce dai confini italiani e diventa Sud del mondo.

Un po’ jazz, un po’ rock, un po’ canzone d’autore: Musica Nuda, ovvero Ferruccio Spinetti e Petra Magoni portano il loro stile sempre a Fasano, sabato 25 agosto sul Sagrato della Chiesa Matrice alle ore 21. La voce di Petra Magoni è accompagnata dalle note del contrabbasso di Ferruccio Spinetti, con gli Avion Travel fino al 2006, in un repertorio che spazia di genere e secolo, dalla musica contemporanea alle liriche classiche, in una moderna versione del canto con accompagnamento di basso continuo. Musica Nuda è l’arte di saper riportare all’essenziale la musica per scovare al suo interno il significato più profondo, ma anche cercando di esaltare il silenzio nella musica.

Si cambia genere: domenica 26 agosto si torna a Monopoli, sul Sagrato della Cattedrale alle ore 21 con Cristina Donà. Una delle voci più originali della scena musicale italiana. Cristina Donà ha contribuito a definire una nuova stagione del rock di matrice mediterranea.

Il Festival Costa dei Trulli Giovedì 30 agosto a Fasano, in piazza del Mercato Vecchio alle ore 21, con Erri De Luca affronterà temi importanti come l’immigrazione. Sul palco “Se i delfini venissero in aiuto. Il racconto del diario di Erri De Luca a bordo dalla nave Msf”. Un recital con Erri De Luca, Cosimo Damiano Damato e la Piccola Orchestra Mediterranea di Giovanni Seneca. Un reportage sulla nave di Medici Senza Frontiere che si fa racconto civile, feroce, umano, biblico, necessario e musicale. A scandire i racconti di Erri De Luca sono le canzoni della tradizione mediterranea eseguite da Giovanni Seneca e Anissa Gouizi: sonorità raffinate popolar-world con affondi afroeuropei, contaminazione fra Mediterraneo e Levante per allattarsi alla multiculturalità, esperanto e vocabolario sonoro di pace e integrazione fra popoli.

Il Trullo Sovrano di Alberobello diventa lo scenario del concerto di Remo Anzovino, meroledì 29 agosto alle ore 21. Compositore e musicista innamorato del cinema: per Anzovino l’incontro con la settima arte non è una novità. Ha sonorizzato oltre trenta pellicole del cinema muto, in collaborazione con prestigiose cineteche italiane. Ha curato inoltre la colonna sonora del docufilm “Canto alla Durata – omaggio a Peter Handke” e alcuni brani dell’album “L’alba dei tram” sono stati utilizzati per “Pasolini, maestro corsaro”, docufilm curato dalla giornalista Emanuela Audisio.

Si chiude il 9 settembre a Monopoli con Akua Naru, banchina Solfatara, ore 21 (unico spettacolo a pagamento). Poetessa, artista hip hop e attivista, Akua Naru è originaria di New Haven, Connecticut. Uno stile che ricorda Tracy Chapman e Lauryn Hill, rimane folgorata dall’hip hop e dalla gospel music. Attivista afroamericana per la difesa delle donne: legge Malcolm X, Angela Davis, Assata Shakur e studia canto, teatro e songwriting. La sua musica è un inno alla lotta senza fine delle donne di colore di ieri e di oggi, Akua è riconosciuta a livello internazionale per la sua capacità di diffondere messaggi sociali e politici, e integrare le tradizioni orali della poesia nella sua musica, un sapiente mix di jazz, blues, nu soul, hip hop, e slam poetry.

L’inconfondibile voce di Nina Zilli, arriva a Monopoli in una data a sorpresa.
La sua voce spazia dal rock al soul passando per r’n’b e il reggae. Nina Zilli vanta grandi collaborazioni con musicista di fama nazionale e internazionale tra cui Giuliano Palma con il quale nel 2010 produce “50mila”, brano che la consacra al grande pubblico e diventa colonna sonora del film di Ferzan Ozpeteck, “Mine Vaganti”. Disco di Platino nel 2010, ha ricevuto anche un riconoscimento da Assomusica per la spiccata vocazione all’esibizione live.



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet