Giovedì, 16 Agosto 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Carisca, tutto pronto per il festival dei suoni tra le rocce che coinvolge i comuni del Parco dell’Alta Murgia

Dieci appuntamenti ad ingresso libero per cinque città dal 3 al 29 agosto

Pubblicato in Cultura e Spettacoli il 01/08/2018 da Redazione

Dieci appuntamenti ad ingresso libero per cinque città dal 3 al 29 agosto. Si chiama Carsica ed è la seconda edizione del Festival dei suoni tra le rocce, una rassegna di eventi condivisi tra cinque comuni, incentrati sulla musica di qualità e orientati a rafforzare l'attrattività e la fruibilità dei territori.

 “Un festival affascinante già nel nome, Carsica – ha detto il Presidente Emiliano in conferenza stampa – io sono molto legato a questa parola formidabile, anzi per me è quasi coincidente con la Puglia. Il carsismo è un fenomeno tipicamente pugliese, è la caratteristica fondamentale del nostro territorio che ha dato vita ad un paesaggio vario e suggestivo. Così come varia e suggestiva è la vostra programmazione che sarà condivisa dai vostri territori”.

 “Voglio ringraziare di cuore – ha concluso il Presidente - la sensibilità e la passione dei sindaci che oggi sono qui accanto a me. Ho una gratitudine immensa verso coloro che combattono ogni giorno per il proprio territorio, anche litigando tra loro, ma che hanno capito oggi che giocare in una squadra e fare sistema è molto meglio peer la propria comunità. Grazie davvero”.

 “La seconda edizione di Carsica – ha spiegato la Capone - coinvolge nuovi comuni dell’area del Parco dell’Alta Murgia, Castellaneta e Mottola, che si aggiungono ai tre che hanno dato vita al Festival, Grottaglie, Ginosa e Laterza. Lo stesso calendario di eventi musicali e di incontri si arricchisce di numerosi appuntamenti. È un risultato molto positivo, anche perché il festival ha vinto il bando triennale Cultura e Spettacolo della Regione Puglia e le prospettive di ulteriore sviluppo ci sono tutte, anche in vista del prossimo anno di Matera Capitale della Cultura. Musica e paesaggio – ha concluso l’assessore - vanno a braccetto in questo festival che sceglie gli scenari delle gravine di Puglia, un unicum suggestivo disegnato nel corso dei secoli dall’acqua nella roccia calcarea della Murgia”



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet