Lunedì, 24 Settembre 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Morte sospetta nel Vito Fazzi di Lecce?

Si tratta di una donna che tre giorni prima aveva fatto una infiltrazione al braccio

Pubblicato in Cronaca il 06/04/2014 da Redazione
Si sono rivolti alla Procura i figli di Luisa Varo Ortiz, una donna di 74 anni, di Veglie, morta ieri mattina nel reparto di Rianimazione dell’ospedale di Lecce dov'era giunta in condizioni critiche dopo essere stata anche all’ospedale di Copertino. Nella denuncia i familiari ricostruiscono quanto avvenuto negli ultimi tre giorni. Da quando, mercoledì sera, aveva avvertito un dolore al braccio destro e la guardia medica le prescrive degli antinfiammatori. Ma l’indomani, poiché i dolori persistono, la donna viene accompagnata al pronto soccorso dell’ospedale di Copertino. Viene sottoposta ad accertamenti diagnostici che, però, escludono anomalìe e, prima di essere dimessa, nella sala gessi dell’ospedale viene sottoposta ad un’infiltrazione. Poi, dopo un’ora di attesa, viene rimandata a casa. Ma la sua situazione non migliora, anzi peggiora e, dopo un nuovo intervento del 118, viene ricoverata nel reparto Rianimazione dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce, dove muore. Per accertare le cause della morte la direzione sanitaria dell’ospedale ha disposto l’autopsia come accertamento diagnostico. I familiari che hanno segnalato di aver visto comparire lividi sul corpo della donna dopo l'infiltrazione, si sono rivolti alla Procura.


loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet