Venerdì, 26 Aprile 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Inchiesta rating, Standard & Poor's e Fitch: in 6 rinviati a giudizio

'Manipolarono il mercato'. Adusbef: decisione storica

Pubblicato in Cronaca il 29/10/2014 da Redazione
Saranno i giudici del Tribunale di Trani a dire se i due colossi del rating Standard&Poor's e Fitch, con i loro report, hanno provocato - così come sostiene la procura – "una destabilizzazione dell’immagine, del prestigio e degli affidamenti creditizi dell’Italia sui mercati finanziari nazionali ed internazionali”, un deprezzamento dei titoli di Stato e un indebolimento dell’euro. Si dovrà accertare se tra il 2011 e il 2012, hanno manipolato il mercato declassando di due gradini il rating del nostro Paese (da A a BBB+).
Lo ha deciso il gup di Trani Angela Schiralli che ha rinviato a giudizio otto tra analisti e manager delle due società, compresi gli stessi colossi del rating. La posizione di Moody's, inizialmente entrata nelle indagini, è stata invece archiviata su richiesta della procura. Su richiesta del pm Ruggiero, in tribunale sfileranno testimoni eccellenti coinvolti dell’indagine: l’attuale ministro dell’ economia Pier Carlo Padoan (all’epoca dei fatti capo economista dell’Ocse), il presidente della Consob, Giuseppe Vegas, e Maria Cannata (direttore generale del debito pubblico del ministero dell’economia) e saranno depositati per la prima volta i verbali dell’audizione resa al pm dall’allora premier Mario Monti che, downgrading delle agenzie di rating, parlò di “un attacco all’euro e all’Europa”.
Soddisfatto dei risultati ottenuti dall\'inchiesta il procuratore, Carlo Maria Capristo, che oggi invierà a Consob (che ha fatto mancare la sua presenza in questo delicato processo) ed Esma (Autorità europea degli strumenti finanziari) copia del decreto che dispone il giudizio "per gli eventuali provvedimenti di competenza".
S&P ha invece commentato: "Crediamo fermamente che queste accuse siano completamente infondate e non supportate da alcuna prova" e "siamo fortemente convinti" che al termine del processo "saremo pienamente assolti da ogni accusa".
Per l'Adusbef (Associazione difesa utenti servizi bancari) infine, si tratta di una decisione storica
Il processo comincerà il 4 febbraio 2015.

loading...

Speciale Bifest2019 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet