Martedì, 25 Settembre 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Inchieste Bari: Gianpaolo Tarantini si presenta in Tribunale, ma non parla

Si è avvalso della facoltà di "non rispondere"

Pubblicato in Cronaca il 27/01/2014 da Redazione

Si è avvalso della facoltà di non rispondere Gianpaolo Tarantini, teste nel processo al fratello Claudio ed a Vincenzo Valente, ex dirigente della Asl di Lecce, accusati di associazione per delinquere e turbativa d'asta. E' uno stralcio del processo terminato nel dicembre 2012 con la condanna dell'ex vicepresidente della Regione Puglia, Sandro Frisullo, e dello stesso 'Gianpi'. Attualmente è in corso, per entrambi, il processo di secondo grado dinanzi alla Corte d'Appello (sentenza prevista il 5 febbraio prossimo). Tarantini, testimone assistito in quanto co-imputato, ha scelto di non rispondere alle domande ma ha voluto chiedere scusa al Tribunale per non essersi presentato nella precedente udienza del 21 novembre scorso. I giudici della seconda sezione collegiale del Tribunale di Bari avevano infatti condannato per questo motivo l'imprenditore barese alla pena pecuniaria di 400 euro per mancata comparizione, disponendone l'accompagnamento coatto per oggi.  Il 6 febbraio inizierà il processo in cui Tarantini è accusato di aver portato escort nelle residenze di Berlusconi. Rispondendo ai giornalisti sugli attuali rapporti con quest'ultimo, Gianpaolo Tarantini ha detto di "non sentirlo più".



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet