Giovedì, 2 Aprile 2020 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, la rivoluzione del sistema di videosorveglianza:'Cento telecamere in 30 luoghi sensibili della città'

I lavori riprenderanno il 29 agosto, a settembre si procederà con gli interventi previsti nel centro cittadino

Pubblicato in Cronaca il 18/08/2016 da Redazione

Riprenderanno lunedì 29 agosto i lavori di scavo e predisposizione degli impianti propedeutici all’installazione delle telecamere del nuovo sistema di videosorveglianza del comune di Bari.
Il piano prevede 100 dispositivi distribuiti in 30 luoghi “sensibili” della città, individuati dai tecnici comunali in accordo con la Questura e la Polizia municipale.
Oltre agli interventi già effettuati all’incrocio tra via Gentile e via Toscanini, in via Martiri d’Otranto ad angolo con via Crisanzio, nei pressi della scuola Don Bosco e nel giardino attiguo al parco di Largo 2 Giugno, tra fine luglio e metà agosto sono state completate le predisposizioni degli impianti in viale Europa, parco Giovanni Paolo II, piazzale Mater Ecclesiae, piazzetta Cirillo, viale Madre Teresa di Calcutta, viale Papa Giovanni XXIII - via Giulio Petroni (mercato Santa scolastica), giardino Aquiloni e giardino via Vincenzo Ricchioni. Lunedì i lavori riprenderanno a nord, nei quartieri di Palese e Santo Spirito, mentre a partire da settembre si procederà con gli interventi previsti nel centro cittadino.
"Abbiamo anticipato a questi mesi estivi l'esecuzione una parte significativa dei lavori di scavo e predisposizioni edili varie occorrenti per alcuni dei nuovi siti - dichiara l'assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso -. Ad oggi i lavori hanno interessato già 13 siti, ma contiamo di completare queste operazioni entro il mese di settembre. A seguire procederemo con l'installazione di tutte le apparecchiature, con l'obiettivo di rendere le nuove 100 telecamere operative entro l'anno.
A queste si aggiungeranno ulteriori 28 telecamere - 12 in piazza Cesare Battisti e 16 in piazza Umberto - inserite in un diverso appalto, i cui lavori inizieranno nel mese di settembre per concludersi comunque entro l'anno. Stiamo attuando una autentica rivoluzione del sistema di videosorveglianza della città: non solo un significativo aumento del numero di telecamere, ma anche una distribuzione più razionale, un sensibile miglioramento della qualità delle stesse (immagini ad alta risoluzione, con infrarosso per riprese notturne, conservazione delle immagini per almeno sette giorni), nuova rete di connettività per garantire regolarità di funzionamento e trasmissione dei dati, e tanti altri elementi che renderanno il sistema di videosorveglianza cittadino efficiente e tecnologicamente avanzato. L'intera materia della videosorveglianza è oggetto di un radicale cambiamento, tant'è che abbiamo anche predisposto uno specifico regolamento che verrà prossimamente discusso in Consiglio comunale, in modo da mettere ordine in un settore importante per la percezione della sicurezza in città".