Sabato, 7 Dicembre 2019 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, polizia e carabinieri sgomberano campo rom sul lungomare: cinque denunce

Il proprietario di un edificio aveva denunciato l'invasione abusiva dopo essere stato allontanato e minacciato da tre persone

Pubblicato in Cronaca il 17/10/2017 da Redazione

Gli agenti della Polizia municipale di Bari, con l’ausilio dei carabinieri e degli operatori dei servizi sociali, hanno sgomberato due immobili occupati abusivamente da cittadini di origini romene sul lungomare Alfredo Giovine. Cinque le persone denunciate per i reati di occupazione abusiva di aree ed edifici privati e furto aggravato di corrente elettrica.

Il proprietario di un edificio aveva denunciato l'invasione abusiva: l’uomo aveva tentato di entrare nella sua proprietà per effettuare i lavori di bonifica, ma era stato allontanato con minacce esplicite da tre romeni. Dopo l’intervento delle forze dell’ordine, l'immobile è stato restituito al legittimo proprietario.

Nell'altra area privata adiacente, dove è stato impiantato un piccolo campo Rom abusivo, sono stati identificati altri soggetti rumeni.  Tutti fruivano abusivamente di corrente elettrica grazie ad un allaccio abusivo con la cabina Enel interrata presente sul lungomare ed un cavo di oltre duecento metri che è stato sequestrato. A carico di uno dei  cittadini rumeni privi di documenti con numerosi precedenti penali, già arrestato a luglio dello scorso anno dalla stessa Polizia Locale di Bari per minacce e resistenza a pubblici ufficiali, privo di documenti e numerosi alias è stato anche emesso un provvedimento di allontanamento e ritorno in Romania. Il PIS seguirà anche la situazione degli obblighi scolastici e cicli vaccinali di un minore presente nel campo con i genitori a cui è stato riaffidato e segnalato alla Procura per i Minorenni.