Mercoledì, 15 Agosto 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Rapporto Istat 2018: 'Italia secondo Paese più vecchio al mondo'. Dote familiare determinante per il successo

Secondo il quadro dell'istituto di statistica, soltanto il 18,5% di chi parte dal basso riesce a laurearsi, il 14,8% riesce a trovare un lavoro qualificato

Pubblicato in Cronaca il 17/05/2018 da Redazione

L’Italia è il secondo Paese più vecchio al mondo dopo il Giappone, con un declino demografico confermato per il terzo anno consecutivo, mentre le nascite sono in calo da nove anni. È quanto emerge dal rapporto Istat 2018. Nel nostro paese ci sono 168,7 anziani ogni 100 giovani, mentre l’ascensore sociale è bloccato e la dote familiare è “determinante” per avere successo nello studio e nel lavoro. Solo il 18,5% di chi parte dal basso riesce a laurearsi e il 14,8% ha un lavoro qualificato.

Dal 2015 l’Italia è entrata in una fase di declino demografico. All’1 gennaio 2018 si stima che la popolazione ammonti a 60,5 milioni di residenti, con un’incidenza della popolazione straniera dell’8,4% (5,6 milioni). La popolazione totale è diminuita di quasi 100mila persone rispetto ai dati dello scorso anno. 



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet