Martedì, 25 Luglio 2017 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Bari, in arrivo 644 migranti al porto: attivo il centro di raccolta indumenti e beni di prima necessità

La ASL Bari allestirà una Postazione Medica Avanzata per verificare le condizioni di salute de profughi

Pubblicato in Cronaca il 15/07/2017 da Redazione

Questa mattina una nave militare britannica con 644 migranti a bord, comprese 4 donne in stato di gravidanza, arriverà al porto di Bari. L'amministrazione comunale sta collaborando con la Prefettura e la Questura per il coordinamento della macchina dell'accoglienza e della solidarietà.

Al fine di offrire i primi soccorsi e i beni di prima necessità agli uomini, alle donne e ai minori in arrivo, l'amministrazione comunale ha istituito un centro di raccolta nell'androne di Palazzo di Città, che sarà attivo nelle giornate di oggi e domani.

In particolare, si richiede ai cittadini interessati a partecipare alla raccolta di portare t-shirt, indumenti intimi maschili e femminili, abiti e scarpe estivi, ciabatte, cappellini e prodotti vari per l'igiene personale (carta igienica, assorbenti, pannolini per bambini, ecc). Non potranno essere accettati indumenti invernali.

Per quanto riguarda i viveri, saranno presi in consegna solo alimenti confezionati e a lunga conservazione (biscotti, omogeneizzati, scatolame, succhi di frutta, olio, ecc.).

Anche il P.I.S. - Pronto intervento sociale è stato allertato per prestare una prima assistenza specialistica ai soggetti in condizioni fragilità (minori, donne incinte). Il Servizio sociale - Area immigrazione, invece, collaborerà per effettuare le valutazioni sociali e concorderà con il magistrato del Tribunale dei minori i provvedimenti più opportuni per i minori non accompagnati eventualmente presenti.

Inoltre, attraverso l'assessorato al Welfare, i mediatori culturali impiegati presso la Casa delle culture si sono resi disponibili per supportare le operazioni di sbarco, in stretto contatto con la rete delle realtà pubblico-private e del volontariato laico e cattolico. 

La ASL Bari si occuperà della situazione sanitaria: è stata allestita una Postazione Medica Avanzata con una seconda Postazione Medica Avanzata in collaborazione con l’Associazione Volontari O.E.R. per la seconda equipe medica della ASL Bari e una Postazione Medica Avanzata della stessa Associazione.

Il Direttore del S.E.T. 118 Dottor Antonio Di Bello che con il Direttore Sanitario Dottoressa Silvana Fornelli gestirà le operazioni relative agli aspetti di accoglienza e legati agli ambiti sanitari procederà: al monitoraggio delle azioni da intraprendere; a prendere contatti con gli specialisti necessari alla valutazione medica; ad allertare le Unità Operative di Malattie Infettive e Dermatologia del Presidio Ospedaliero “Di Venere” di Bari e la Unità Operativa di Pediatria del Presidio Ospedaliero “San Paolo”. Per garantire la disponibilità di tutte strutture necessarie sono stati preallertati i Pronto Soccorso dei Presidi Ospedalieri di Bari e Provincia e le relative Direzioni Mediche di Presidio”.

“Alla ASL Bari - dichiara il Direttore Generale Dottor Vito Montanaro - compete una fase delicatissima relativa ai trattamenti sanitari. C’è da parte nostra il massimo impegno affinché tutto proceda bene sia nell’espletamento del piano per l’accoglienza e sia nelle attività di emergenza e prima assistenza. Lo scambio di informazioni e la collaborazione istituzionale tra enti potranno rivelarsi elementi decisivi per il successo delle operazioni”.



loading...