Lunedì, 23 Aprile 2018 - Ore
Direttora: ANNAMARIA FERRETTI
Facciamo Notizie

Nardò: chiede soldi per organizzare il funerale del figlio di 6 anni, ma il bimbo è vivo

La truffa orchestrata da una donna in difficoltà economiche è stata scoperta per caso dai dipendenti comunali

Pubblicato in Cronaca il 10/04/2018 da Redazione

Ha chiesto aiuto a un parroco per pagare il funerale del figlio di sei anni. In realtà il bimbo era vivo. Una donna di 30 anni, residente a Nardò, è stata scoperta mentre cercava di truffare il sacerdote della parrocchia del Sacro Cuore di Gesù, nella cittadina in provincia di Lecce.

Come riportato dal Nuovo Quotidiano di Puglia, la donna vive in una condizione di profondo disagio insieme a suo marito, un 40enne marocchino. La coppia, con a carico tre figli, ha occupato abusivamente un alloggio popolare.

La donna, disperata, ha raccontato di aver appena perso suo figlio di sei anni, chiedendo di organizzare un funerale. Il sacerdote ha subito rassicurato la donna: alla cerimonia funebre ci penserà la parrocchia. Il grido di aiuto della madre raggiunge anche alcuni parrocchiani che organizzano una colletta, mentre altri cittadini si rivolgono all’amministrazione comunale per chiedere un sostegno economico da devolvere alla famiglia in difficoltà.

Intanto i servizi sociali hanno convocato il marito della donna per alcuni chiarimenti riguardo la documentazione degli assegni familiari. L’uomo, ignaro della situazione, ha portato con sé anche il figlio di sei anni, quello che avrebbe dovuto essere “morto”. Dopo aver notato la strana omonimia, i tecnici comunali si sono resi conto di essere davanti ad una truffa e hanno convocato la donna con una scusa. Messa alle strette, ha ammesso il tentativo di raggiro ai danni del sacerdote. I carabinieri stanno svolgendo i necessari accertamenti sull’episodio. 



loading...

Speciale Bifest2018 RISULTATI, COMMENTI, NOTIZIE Live Tweet